La Migration – il manuale per operatori

E’ un grande onore per noi pubblicare il manuale del servizio La Migration per migranti e richiedenti asilo LGBTI. Un manuale realizzato dagli operatori dello Sportello e riivolto ad operatori, studiosi, stakeholders, decisori politici, che è stato presentato un paio di settimane fa all’Università degli Studi di Palermo, e che ha l’obiettivo di fornire le linee guida sugli interventi di accoglienza e supporto per migranti LGBTI.

Il manuale è realizzato grazie ai fondi dell’Otto per Mille della Chiesa Valdese, che dal 2016 sostiene le attività de La Migration.

Clicca qui per il file in .pdf                                                    Leggilo su Issuu


copertina manuale La Migration

Annunci

17 settembre: Le politiche per l’accoglienza dei migranti LGBTI in Italia

Lunedì 17 settembre

Aula magna Facoltà di Lettere e Filosofia (edificio 12),viale delle Scienze, Palermo 

1537105336074_Locandina Convegno DEFINITIVA.jpg

La Migration è l’unico servizio di ascolto, accoglienza e consulenza per migranti LGBTI (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e intersessuali) della Sicilia, e uno dei pochissimi in Italia. Promosso e gestito da Arcigay Palermo, è attivo dal 2011.

Il servizio principale dello sportello consiste nel fornire un sostegno ben strutturato, complesso e articolato ai migranti LGBTI, che vengono discriminati sia per la provenienza geografico-culturale, sia per l’orientamento sessuale o per l’identità di genere. Nella pratica, il sostegno offerto al migrante LGBTI si articola in attività di consulenza psicologica, attività di consulenza legale per richiedenti asilo (ma non solo), e in attività di accoglienza e punto di riferimento per i migranti. Dal 2015 il servizio riceve il sostegno dell’Otto per mille della Chiesa Valdese.
Le attività dello sportello sono realizzate a titolo di volontariato da un gruppo di esperti di migrazione e da mediatori culturali e linguistici di varie provenienze geografiche.

Il 17 settembre La Migration promuove un incontro per fare il punto sulle politiche e sulle pratiche per l’accoglienza dei migranti LGBTI in Italia, a partire proprio dall’esperienza di lavoro nel territorio degli operatori del servizio, con interventi e  testimonianze di rappresentanti delle istituzioni, di migranti, esperti ed operatori.
Contestualmente, sarà presentata la pubblicazione de La Migration: un manuale sintetico, rivolto ad operatori e stakeholders, che illustra pratiche, caratteristiche e difficoltà dei servizi per migranti LGBTI, realizzato grazie al contributo dell’Otto per mille Valdese.

8 luglio: United Colors – il convegno

Un incontro per lanciare la creazione del network internazionale di supporto per i migranti LGBTI: Sabato 8 luglio, ore 19.00 Officine Arcobaleno (via della Rosa alla Gioiamia, 2)

Molte persone sono costrette ad abbandonare il loro paese e a cercare rifugio altrove perché perseguitati in quanto omosessuali, bisessuali, trans.
In molti Paesi in tutto il mondo è possibile essere imprigionati, torturati, discriminati o addirittura uccisi solo perché si è omosessuali, bisessuali o trans. È per questo che l’Europa garantisce la protezione internazionale alle persone LGBT costrette a scappare dal proprio Paese. Continua a leggere

United Colors: un network per la tutela del migranti LGBTI

united colours_logoAl via  “United Colours”, un progetto che consiste nella creazione di un network europeo permanente di supporto ai migranti Lgbt. Dal 3 all’8 luglio il convento del Carmine a Ballarò, Palermo, è quartier generale di un convegno a cui stanno partecipando ventotto, tra uomini e donne, ambasciatori di organizzazioni e associazioni internazionali legate ai diritti umani e Lgbt.

A veicolare il progetto sono le realtà di Arcigay Palermo (Italy; organizzazione ospitante), Oma Tuba (Tallin, Estonia), Magyar LMBT Szövetség (Budapest, Ungheria), United Societies of Balkans Aistiki Eteireia (Tessaloniki, Grecia), Bulgarian Network for Human Rights Education  (Plovdiv, Bulgaria) e United Colours of Humanity (Artuklu, Turchia).
Al termine dei cinque giorni di lavori e tavole rotonde, un incontro, sabato 8 luglio alle 19.00 nella sede di Arcigay Palermo (via della Rosa alla Gioiamia, 2) presenterà i risultati delle attività e lancerà il Network. DSC_5365.JPG

L’obiettivo è quello di formare operatori giovanili che sono attivi nel settore della psicologia, dell’attivismo, dell’educazione e dell’associazionismo e naturalmente in ambienti vicini e paralleli all’accoglienza di migranti Lgbt e non.

Il progetto nasce dalla presa di coscienza che i migranti Lgbt sono soggetti a una doppia discriminazione e, in Europa, è diventato necessario rispondere a quel dibattito aperto che trova i suoi nodi nelle modalità di accoglienza e asilo in relazione alla migrazione.

Sarà grazie al Network permanente che la comunità europea riuscirà a consolidare quei valori di tolleranza e solidarietà che promuovono la tutela dei diritti umani.

In 85 Paesi in tutto il mondo – dichiara Ana Vasile, presidente di Arcigay Palermo – è possibile essere imprigionati, torturati, discriminati o addirittura uccisi solo perché si è omosessuali, bisessuali o trans. È per questo che l’Europa garantisce la protezione internazionale alle persone LGBT costrette a scappare dal proprio Paese. Dal 2011 Arcigay Palermo è impegnata in attività di supporto ai migranti LGBT grazie al servizio La Migration, ma occorre più collaborazione con le altre realtà europee del settore, standard internazionali condivisi e un dialogo con la Commissione Europea
E’ significativo che quest’iniziativa parta da Palermo  –  dichiarano Dòra Deak e Senem Kalafat, formatrici del progetto – città in cui il movimento sociale per l’inclusione è molto forte, e dove c’è bisogno di rafforzare le prassi attraverso il confronto con operatori di altri Paesi. Solo così capiremo se siamo davvero sulla buona strada”.

DSC_5212

I ventotto partecipanti al convegno sono stati selezionati e proposti da uno staff interno alle realtà di provenienza. Il progetto è stato finanziato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani, nell’ambito del programma Erasmus+ della Commissione Europea che ha come scopo la promozione dei valori e dei principi fondamentali dell’Unione Europea e la creazione delle società inclusive.

United Colours – Creating a European support network for LGBTI migrants: call for italian participants

united colours_logo

United Colours – Creating a European support network for LGBTI migrants: Call for italian participants

3-8 July 2017 (travel days excluded) Palermo, Italy

(Erasmus Plus – KA1 -2016-3-IT03-KA105-009632)

United Colours infopack                                 Application form

The project

Since LGBTI migrants suffer multiply discrimination, and in Europe there is a heated debate about global migration, asylum and mobility policies.

This project aims to promote the European values of tolerance, solidarity, promotion of human rights. Specific objectives are:

  • Creation of a permanent, sustainable and efficient network of organizations for the LGBTI migrants support
  • Personal and professional competence development of youth workers, social workers, educators, activists with the LGBTI migrants and/or migrant communities
  • International strategy development in order to fight for the human rights of LGBTI migrants
  • Sensitization of the communities – both local and international level – of the issues faced by this target group

Continua a leggere

18 aprile: al via “Cercare diritti”

PALERMO, 18 APRILE 2016

Prende il via oggi, all’Università di Palermo, il seminario “Cercare diritti: generi e identità sessuali nella migrazione”, proposto da Arcigay Palermo, grazie al sostegno dell’8xmille della Chiesa Valdese e la collaborazione di Uniattiva.

Il seminario si articola in 3 giorni (18, 20 e 22 aprile) e si svolge presso l’aula Schembri, Edificio 1 in viale delle Scienze.

Dal 2011 è attivo il servizio “La Migration”, che garantisce, unico nel Sud Italia, un supporto ai migranti LGBT, ovvero a chi scappa dal proprio Paese perché discriminato in quanto omosessuale, bisessuale o trans. L’omosessualità, infatti, è reato in 78 Paesi nel mondo, ed 8 tra questi (Iran, Arabia Saudita, Yemen, Mauritania, Sudan, parte della Nigeria e della Somalia) è un “reato” punito con la condanna a morte. La Migration, grazie al lavoro della responsabile Ana Maria Vasile e degli altri operatori volontari, ha consentito fino ad oggi ad oltre 15 persone di ottenere lo status di rifugiato.
Continua a leggere

18-22 aprile: “Cercare Diritti – Generi e Identità Sessuali nella Migrazione”

Arcigay Palermo, grazie al sostegno dell’8xmille della Chiesa Valdese e la collaborazione di Uniattiva e dell’Università di Palermo, propone un seminario dal titolo “Cercare diritti: generi e identità sessuali nella migrazione”, il 18, 20 e 22 aprile presso l’Aula Schembri, Ed. 1 – Santi Romano, V.le delle Scienze. cercare diritti

“Cercare diritti” intende fornire ai partecipanti delle conoscenze di base sul tema dell’immigrazione di persone LGBT (Lesbiche, Gay; Bisessuali, Transessuali) e richiedenti asilo.

Il ciclo di incontri sarà diviso in tre giornate di lavoro con un’analisi antropologica e sociologica sul fenomeno migratorio, identità di genere, orientamenti sessuali, un approfondimento giuridico sul tema della protezione internazionale e l’asilo politico per persone LGBT, con testimonianze di operatori. Nella locandina  il programma dettagliato delle giornate.

La frequenza del seminario e il superamento dell’esame finale (test a risposta multipla)  assegna 3 CFU per le attività libere previste nel piano di studi degli studenti dei seguenti corsi di laurea: Continua a leggere

La Migration ascolta i migranti LGBTI a Palermo

Palermo è da sempre sinonimo di diversità culturale e oggi più che mai sono tante le realtà – associazioni, movimenti e semplici cittadini – presenti sul territorio che si impegnano quotidianamente a promuovere il valore della diversità abbattendo i pregiudizi e la paura del diverso.
 E se si parla di lotta all’omofobia, entriamo nel raggio d’azione di Arcigay Palermo, l’associazione che da 35 anni si batte per la difesa e il riconoscimento dei diritti delle persone LGBTI – Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transessuali e Intersessuali – e che dall’estate 2011 collabora, insieme all’associazione culturale DiARiA, al progetto “La Migration”, uno sportello al servizio dei migranti LGBTI. Il progetto nasce da un’idea di Ana Maria Vasile, una donna rumena che – dopo aver conseguito la laurea in Pedagogia – decide di trasferirsi in Italia e vivere a Palermo, città nella quale risiede da 15 anni e dove ha frequentato nel 2006 un corso per mediatore interculturale. Ana Maria ha maturato l’idea di dar vita ad un luogo in città dove sentirsi accolta, trovando una doppia difficoltà:

LEGGI IL RESTO SU MAGWEB

«La Migration», il servizio di Arcigay Palermo rivolto a migranti e richiedenti asilo LGBTI, è attivo su appuntamento tutte le mattine presso la sede di Amnesty Sicilia (via B. d’Acquisto, 30) o all’interno  dell’Ospedale Civico di Palermo (piano rialzato del Padiglione “Chirurgie speciali”, reparto Medicina dell’Immigrazione) Per informazioni, contattare telefonicamente i numeri: 320 3481133 – 320 3822023  email lamigration@libero.it

La Migration: al servizio dei migranti LGBT

Amiche ed amici,
Arcigay Palermo, tra i suoi diversi servizi messi a disposizione della comunità LGBTI e tenuti in vita da volontari professionisti e non professionisti, vede presente “La Migration” che è lo Sportello Migranti LGBTI (e Q) e che si occupa di aiutare persone LGBTI perseguitate nei paesi d’origine e di sensibilizzare le comunità migranti presenti a Palermo e provincia, sui temi dei diritti e del valore delle differenze.
Da pochissimo, lo sportello ha ottenuto di essere presente in una struttura pubblica e facilmente accessibile a tutte e tutti.
La Migration è ora presente all’interno dell’area dell’Ospedale Civico di Palermo, al piano rialzato del Padiglione “Chirurgie speciali” reparto Medicina dell’Immigrazione.
Potete trovare  i volontari di Arcigay Palermo, tutte le domeniche, dalle 15:00 alle 18:00.

Per informazioni: 3203481133 – 3203822023 – 0916664554

Tutti i servizi offerti da Arcigay Palermo sono gestiti e portati avanti da volontarie e volontari che dedicano tempo e sensibilità senza ricevere nessun compenso se non la gratificazione di offrirsi agli altri.
Se pensate di poter essere utili a questo servizio, come volontarie e volontari, anche di tanto in tanto, non esitate a comunicarlo ai numeri sopra indicati.
Ogni piccolo sforzo del singolo, diventa una forza enorme se coordinata e mirata ad obiettivi specifici.

Temporaneamente in una nuova casa

Come probabilmente saprete, la nostra sede storica, il circolo arci Blow Up che ci ospita gratuitamente da anni, è di nuovo chiusa per colpa di una burocrazia ottusa e farraginosa.

Abbiamo trovato una nuova sede per alcune delle nostre attività: lo sportello migranti LGBT La migration e il servizio di consulenza psicologica. Ci troverete presso la cooperativa Azzurra, in via Sammartino, 10.

Le operatrici dello sportello migranti saranno in sede la domenica dalle 17.30 alle 19.30, mentre le psicologhe  riceveranno (su appuntamento) il martedì dalle 18.00 alle 20.00.  Sempre meglio accertarsi prima via facebook o per telefono dell’effettiva presenza delle operatrici: siamo tutt* volontari, e ci può anche essere la sovrapposizione con altre attività.

Ringraziamo la cooperativa Azzurra e l’associazione 90100, che ci hanno soccorso in un momento di necessità.