20 luglio: test Hiv in sede

Domani, giovedì 20 luglio, vi aspettiamo in sede, in via della Rosa alla Gioiamia (vedi mappa) per il test Hiv rapido, gratuito e anonimo dalle 17.00 alle 21.00.

20106348_811185509055867_4277298967345077802_n

In pochi minuti, grazie ai medici di Anlaids ed ai volontari di PrevenGo, potrai toglierti ogni dubbio. L’unica differenza è saperlo.
Il progetto ProTEST è un’iniziativa di Arcigay, con il contributo dell’8 per mille della Chiesa Evangelica Valdese – Unione delle Chiese Metodiste Valdesi.

PrevenGo: al via 4 sportelli per le IST

Aperti a Palermo gli sportelli per test Hiv e Prevenzione

È ufficialmente partita la seconda fase del progetto “PrevenGo – la Prevenzione viene da Te”: progetto pilota voluto da Arcigay Palermo che con un camper, 3mila test a risposta rapida, 250 volontari e quattro sportelli di ascolto sta raggiungendo 5mila utenti su tre province siciliane.

Questa seconda fase, che precede quella che partirà a fine luglio “on the road” a bordo del camper, vede l’apertura degli sportelli dove sarà possibile informarsi circa le Ist (infezioni sessualmente trasmissibili, come Hiv, sifilide, epatite, etc) e dove si potranno effettuare i test gratuiti a risposta rapida, secondo un calendario programmato.
logo prevenGo
Sportelli che hanno un ruolo fondamentale nell’andamento del progetto, finanziato da Fondazione con il Sud, perché sono le antenne di informazione e prevenzione per quanto riguarda le tematiche: IST (infezioni sessualmente trasmissibili), la prevenzione delle IST, la lotta allo stigma delle persone positive al virus HIV, ascoltare e sostenere le persone LGBT italiane e straniere, contribuire a combattere l’omofobia, il razzismo e la tratta legata al giro della prostituzione.

Gli sportelli sono gestiti e presidiati dai volontari formati nei mesi primaverili e dal personale medico messo a disposizione dai partner di Arcigay nel progetto: Arnas Civico – Di Cristina – Benfratelli, l’associazione Nps – Network delle Persone Sieropositive (Sezione Sicilia), l’associazione ANLAIDS (Sezione Felicia Impastato), l’associazione universitaria UniAttiva, la confederazione UDU e il Segretariato Italiano Studenti in Medicina (SISM).

19059899_785849768256108_1250486060105505374_n

Sono aperti: lo sportello in sede Arcigay Palermo, via Rosa alla Gioiamia, 2, la cui responsabile è Giuliana Pampillonia. Aperto il giovedì dalle 16 alle 20.

Due sportelli all’Università di Palermo: lo sportello dell’Auletta Uniattiva, il cui responsabile è Fabrizio Pitarresi: viale delle Scienze, edificio 12, piano terra, aperto il venerdì dalle 13.30 alle 16.30 e lo sportello dell’Auletta dell’Udu, unione degli universitari, il cui responsabile è Cristina Geraci: viale delle Scienze, Edificio 13, primo piano. Aperto il mercoledì dalle 9 alle 13.

Infine uno sportello vicino il Policlinico Paolo Giaccone, quello dell’Auletta Sism, il cui responsabile è Andrea di Lorenzo: via Gaetano Parlavecchio 3, quarto piano. Aperto il lunedì dalle 9 alle 13.

8 luglio: United Colors – il convegno

Un incontro per lanciare la creazione del network internazionale di supporto per i migranti LGBTI: Sabato 8 luglio, ore 19.00 Officine Arcobaleno (via della Rosa alla Gioiamia, 2)

Molte persone sono costrette ad abbandonare il loro paese e a cercare rifugio altrove perché perseguitati in quanto omosessuali, bisessuali, trans.
In molti Paesi in tutto il mondo è possibile essere imprigionati, torturati, discriminati o addirittura uccisi solo perché si è omosessuali, bisessuali o trans. È per questo che l’Europa garantisce la protezione internazionale alle persone LGBT costrette a scappare dal proprio Paese. Continua a leggere

United Colors: un network per la tutela del migranti LGBTI

united colours_logoAl via  “United Colours”, un progetto che consiste nella creazione di un network europeo permanente di supporto ai migranti Lgbt. Dal 3 all’8 luglio il convento del Carmine a Ballarò, Palermo, è quartier generale di un convegno a cui stanno partecipando ventotto, tra uomini e donne, ambasciatori di organizzazioni e associazioni internazionali legate ai diritti umani e Lgbt.

A veicolare il progetto sono le realtà di Arcigay Palermo (Italy; organizzazione ospitante), Oma Tuba (Tallin, Estonia), Magyar LMBT Szövetség (Budapest, Ungheria), United Societies of Balkans Aistiki Eteireia (Tessaloniki, Grecia), Bulgarian Network for Human Rights Education  (Plovdiv, Bulgaria) e United Colours of Humanity (Artuklu, Turchia).
Al termine dei cinque giorni di lavori e tavole rotonde, un incontro, sabato 8 luglio alle 19.00 nella sede di Arcigay Palermo (via della Rosa alla Gioiamia, 2) presenterà i risultati delle attività e lancerà il Network. DSC_5365.JPG

L’obiettivo è quello di formare operatori giovanili che sono attivi nel settore della psicologia, dell’attivismo, dell’educazione e dell’associazionismo e naturalmente in ambienti vicini e paralleli all’accoglienza di migranti Lgbt e non.

Il progetto nasce dalla presa di coscienza che i migranti Lgbt sono soggetti a una doppia discriminazione e, in Europa, è diventato necessario rispondere a quel dibattito aperto che trova i suoi nodi nelle modalità di accoglienza e asilo in relazione alla migrazione.

Sarà grazie al Network permanente che la comunità europea riuscirà a consolidare quei valori di tolleranza e solidarietà che promuovono la tutela dei diritti umani.

In 85 Paesi in tutto il mondo – dichiara Ana Vasile, presidente di Arcigay Palermo – è possibile essere imprigionati, torturati, discriminati o addirittura uccisi solo perché si è omosessuali, bisessuali o trans. È per questo che l’Europa garantisce la protezione internazionale alle persone LGBT costrette a scappare dal proprio Paese. Dal 2011 Arcigay Palermo è impegnata in attività di supporto ai migranti LGBT grazie al servizio La Migration, ma occorre più collaborazione con le altre realtà europee del settore, standard internazionali condivisi e un dialogo con la Commissione Europea
E’ significativo che quest’iniziativa parta da Palermo  –  dichiarano Dòra Deak e Senem Kalafat, formatrici del progetto – città in cui il movimento sociale per l’inclusione è molto forte, e dove c’è bisogno di rafforzare le prassi attraverso il confronto con operatori di altri Paesi. Solo così capiremo se siamo davvero sulla buona strada”.

DSC_5212

I ventotto partecipanti al convegno sono stati selezionati e proposti da uno staff interno alle realtà di provenienza. Il progetto è stato finanziato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani, nell’ambito del programma Erasmus+ della Commissione Europea che ha come scopo la promozione dei valori e dei principi fondamentali dell’Unione Europea e la creazione delle società inclusive.

Palermo pride 2017: il percorso della parata

✱✱PALERMO PRIDE PARADE 2017. IL PERCORSO✱✱
1 LUGLIO
Siamo tutt* vulnerabili | L’alleanza dei corpi

IMG_-bsejid

  1. piazza Marina, concentramento h16.30
  2. corso Vittorio Emanuele
  3. Via Roma
  4. piazza Sturzo
  5. piazza Castelnuovo (Politeama)
  6. Via Ruggero Settimo
  7. piazza Verdi (Massimo)
    Qui termina il corteo: le persone scendono dai carri, che si avviano verso il mare; chi vuole può proseguire a piedi lungo via Maqueda (9), per arrivare a piazza Bologni, dove, a partire dalle 21.00, si svolgeranno gli interventi politici e il concerto

Palermo pride 2017: il programma

pp17_social-12Con la conferenza stampa di oggi, alla presenza del presidente della Regione Rosario Crocetta e del sindaco Leoluca Orlando, gli eventi del Palermo Pride 2017 entrano nel vivo.  Dal 28 giugno al 2 luglio sarà il tratto di corso Vittorio Emanuele – piazza Bologni la sede del Palermo Pride Village 2017 dove si alterneranno spettacoli, convegni, laboratori per bambini, mostre e momenti di incontro.

Ecco il programma degli eventi dal 23 giugno:

✱23 Giugno, ore 18:30
Chiesa Valdese, Via dello Spezio
A cura del Centro Evangelico di Cultura “Giacomo Bonelli” “Credere, amare, accogliere – Le persone omosessuali nelle chiese e nella società
Incontro con Giorgio Rainelli, della Rete Evangelica Fede e Omosessualità, e don Cosimo Scordato, uno spazio di riflessione sui temi della fede e dell’omosessualità nelle chiese e nella società

✱24 Giugno, sabato, ore 21:00
Teatro della Chiesa Valdese, via dello spezio 43
A cura della compagnia teatrale GLI ATTORI PER CASO: “LA PRIGIONIA DEL CUORE, dell’amore e di altri sentimenti”, recital di letture poesie e musica, regia di Rosalba Alù

IMG-20170622-WA0036.jpg
✱25 Giugno, domenica, ore 19:00
Teatro Montevergini
Pratiche della genitorialità” raccontare la genitorialità a partire dalle diverse esperienze e dall’affettività tra storie vissute e desiderate dei relatori, contributi preziosi per indagare sul significato di essere genitori. Interverranno:
– Lino d’Andrea, Garante dei diritti per l’infanzia e per l’adolescenza del Comune di Palermo
– Ottavia Voza, responsabile diritti delle persone transessuali della Segreteria nazionale di Arcigay
– Alessandra Bialetti, pedagogista sociale, Rete Genitori Rainbow
– Daniela D’Anna, referente regionale Famiglie Arcobaleno
– Alessandro Savona, scrittore e padre affidatario
– Francesco Chiappara e Carmelina Castronovo genitori agnostico/pastafariani

✱26 Giugno, lunedì, ore 19:00
Teatro Montevergini
Presentazione del libro: “Politiche dell’orgoglio: sessualità, soggettività e movimenti” di Massimo Prearo, Edizioni ETS, Coordina e modera il sociologo Cirus Rinaldi,
Attraverso i saggi in esso contenuti si propone un’analisi delle tensioni sorte in merito all’emergenza e all’integrazione di componenti e tematiche in precedenza escluse o invisibili, fra cui i soggetti transgender o la questione intersex; relegate ai margini, come le lesbiche; negate perché scomode, come quelle dei soggetti che sfuggono al modello dell’omosessuale “moderno”; impensate, come l’esperienza della doppia discriminazione, sessuale e razziale; sfuggenti, come la politica queer; o nuove, come le contro-mobilitazioni che contestano le politiche di genere e della sessualità, suscitando strategie di lotta inedite.

Continua a leggere

Vieni con noi al Siracusa Pride

 

FB_IMG_1497634549062

Due settimane dopo la parata del Palermo Pride, vieni con noi al Siracusa Pride 2017!

Sabato 15 LUGLIO

Palermo Non Conventional sta organizzando un viaggio in pullman andata e ritorno con partenza da Palermo centro per raggiungere Siracusa in occasione del Pride.

Per info e prenotazioni contattare: info@palermononconventional.it

N.B. Il servizio verrà effettuato solo a raggiungimento di un numero minimo per la copertura dei costi. Affrettatevi!

15 e 16 giugno: web reputation, cyberbullismo e fake news

Domani, giovedì 15 giugno, prenderemo parte al convegno organizzato da Corecom Sicilia dal titolo “Nativi digitali tra verità e inganno-web reputation, cyberbullismo e fake news” il 15 e 16 giugno 2017 a Villa Igiea.

Il primo giorno, giovedì 15 giugno dalle ore 15, sarà dedicato a web reputation e  cyberbullismo: dopo i saluti istituzionali e l’apertura dei lavori da parte del presidente del Corecom Sicilia, Ciro Di Vuolo, al dibattito prenderanno parte Antonio Martusciello (Agcom), Elena Ferrata (Senatrice), Paolo Picchio (Testimonial contro il cyberbullismo), Daniela Tomasino (Arcigay), Federica Zanella (Corecom Lombardia), Vincenzo Macrì (Polizia postale), Gery Palazzotto (Esperto Nuovi media), Alessandra Palma (Psicologa) e Federica La Chioma (Sostituto procuratore). Nel corso del pomeriggio gli studenti del Liceo scientifico statale “Galileo Galilei” verranno premiati per aver realizzato a Palermo uno Sportello di consulenza a sostegno delle vittime di bullismo e cyberbullismo.

Il secondo giorno di lavoro sarà dedicato alle fake news:  al dibattito, che sarà moderato dai giornalisti Elvira Terranova e Roberto Gueli, parteciperanno Marcello Cardani (Presidente Agcom), Vincenzo Iacopino (Giornalista), David Puente (Debunker), Pif Pierfrancesco Diliberto (Regista e autore televisivo), Giovanni Pitruzzella (Presidente Antitrust), Enrico del Mercato (Giornalista), Niccolò Capponi (Docente universitario) e Maurizio Gentile (Ufficio scolastico regionale).

Clocca qui per il programma completo

Amministrative 2017: le risposte di Forello

Car* concittadin*,

Il nostro progetto per una città felice coinvolge tutt*, senza alcuna distinzione in base a sesso, razza, religione, lingua, opinioni politiche, condizioni personali e sociali e orientamento sessuale.

Il punto n. 4 della sezione dedicata alle politiche sociali del nostro programma (pag. 18) è il nostro punto di partenza per affrontare le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sulla identità di genere.

Come prossima amministrazione della città siamo consapevoli che solo grazie alle idee ed alle riflessioni provenienti dall’esperienza di associazioni come Arcigay sarà possibile mettere in atto politiche sempre più efficaci.

Ringrazio a nome del Movimento Cinque Stelle Palermo, Arcigay per questi 12 spunti e mi auguro che questo sia soltanto l’inizio di una futura collaborazione a livello comunale e, successivamente, anche regionale.

Ugo Forello.

Il programma è consultabile per intero qui:  hhttps://drive.google.com/file/d/0BxHQXq36bL5zRnFBZ2RpRVZhUFE/view

Continua a leggere

Amministrative 2017: Ferrandelli e Spallitta

Nei programmi degli altri due candidati sindaco, Fabrizio Ferrandelli e Sonia Spallitta, non abbiamo trovato alcun accenno a politiche in favore dei dirittti LGBT, della laicità, della promozione dei diritti umani.

Entrambi i candidati hanno in realtà alle spalle un lungo passato fatto di esperienze politiche differenti, con adesioni a mozioni in favore delle unioni civili in consiglio comunale per entrambi e con la presentazione di un disegno di legge sulle unioni civili all’ARS da parte di Ferrandelli. Ma sembra che il tema non sia entrato, nemmeno di striscio, nei loro programmi per la Palermo dei prossimi cinque anni. Abbiamo comunque chiesto allo staff di entrambi, diversi giorni fa, di segnalarci eventuali cenni nel programma che dovessero esserci sfuggiti, e siamo in attesa delle risposte ai quesiti inviati.

Segnaliamo alcune informazioni utili:

Nadia Spallitta ha invitato Diego Fusaro, il filosofo anti-europeista che difende la “famiglia tradizionale”  per due incontri in campagna elettorale. Fusaro, come è noto, considera quella dei “matrimoni gay” “una battaglia che va esattamente nella logica del capitale”, è contro le unioni civili, le adozioni da parte di coppie dello stesso sesso e il fantomatico “gender”, e crede che l’Italia, al primo posto in Europa per omicidi di persone trans, li “santifichi“.

Fabrizio Ferrandelli è il candidato di Forza Italia e dell’UDC, ed ha ricevuto endorsement da personaggi come Stefano Santoro, secondo cui “gay pride è una manifestazione che non soltanto è odiosa e culturalmente indisponente“; nelle sue liste c’è un candidato che ha contribuito ad organizzare gli incontri dell’omofobo (così si definisce) Gianfranco Amato, e che “sarà la voce di tutti coloro che non vogliono Gender nelle scuole” e commenta l’approvazione di una legge contro l’omofobia in Umbria scrivendo “la dottrina da diffondere è quella dei circoli delle dark room, dei glory hole e delle orge omo documentate in più servizi giornalistici, allora c’è motivo di essere preoccupati“.
Lo stesso Diego Fusaro si vocifera possa essere un futuro assessore non per Nadia Spallitta, ma proprio per Fabrizio Ferrandelli.