PrevenGo – ultimi giorni per iscriversi!

Ultimi giorni per iscriversi al corso gratuito del progetto PrevenGo!

Il corso, della durata di 30 ore, è strutturato per fornire le competenze necessarie per attività di sensibilizzazione nei confronti delle IST, infezioni sessualmente trasmesse. Al termine del corso sarà possibile diventare volontari del progetto PrevenGo, finanziato da Fondazione con Il Sud, e contribuire ad azioni di prevenzione e informazione con l’ambulatorio mobile di Arcigay o presso gli sportelli che verranno aperti all’Università.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI!

logo prevenGo
Docenti: Cirus Rinaldi, Alberto Firenze e Antonio Cascio dell’Università di Palermo, Claudio Cappotto dell’Università di Napoli Federico II, il sociologo Alessandro Dal Lago, già preside della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Genova, il medico di Emergency Fabrizio Pulvirenti, la Referente Assistenza sanitaria Migranti dell’ASP Palermo dott. Ornella Dino, l’avvocato Marco Carnabuci, l’avvocato Mario Gaetano Pasqualino, il dott. Tullio Prestileo, MD. Dirigente Medico UOC di Malattie Infettive dell’ARNAS, Ospedale Civico-Benfratelli, Liliana La Placa psicologa del Centro Alife, Rafaela Pascoal, dottoranda in diritti umani e Mario Cascio, attivista membro di EATG (European Aids Treatment Group) e NPS sez. Sicilia.

Date:  4, 5, 8, 10, 12, 15, 17, 19 maggio, di mattina o di pomeriggio (in base alla preferenza espressa al momento dell’iscrizione e dell’organizzazione delle aule)

Sedi: Sala Bataclan e Sala Multimediale (C/o Residenza Universitaria San Saverio) e sala Schembri (residenza universitaria Santi Romano)

Il progetto ha ottenuto il patrocinio dell’ERSU – Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario di Palermo e dell’Università degli Studi di Palermo. Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza. E’ necessario frequentare almeno il 70% delle ore di corso (21h).

 

Sono stati richiesti crediti per i seguenti corsi di laurea:

  •  Lettere – in attesa di delibera del CCS
  • Lingue e Letterature Moderne e Mediazione Linguistica – Italiano come L2 – APPROVATO
  • Filologia moderna e italianistica –APPROVATO
  • Lingue e Letterature moderne dell’Occidente e dell’Oriente – APPROVATO
  • Lingue Moderne e Traduzioni per le Relazioni Internazionali – APPROVATO
  • Scienze Filosofiche – in attesa di delibera del CCS
  • Studi Filosofici e Storici – in attesa di delibera del CCS
  • Scienze dell’Antichità – in attesa di delibera del CCS
  • Scienze e Tecniche Psicologiche – in attesa di delibera del CCS
  • Scienze Biologiche – APPROVATO
  • Chimica e Tecnologie Farmaceutiche – in attesa di delibera del CCS
  • Biotecnologie – in attesa di delibera del CCS
  • Farmacia – in attesa di delibera del CCS

PrevenGo: iscriviti al corso di formazione

Tra circa un mese avrà inizio il percorso di formazione del progetto PrevenGo: si tratta di un percorso progettato anche grazie alle indicazioni ed alle esigenze che ci avete espresso, ed è propedeutico alla partecipazione delle attività del progetto in qualità di volontario.Il percorso di formazione, della durata di 30h, si svolgerà nelle sale dell’ERSU, Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, che patrocina il progetto, nei giorni 4, 5, 8, 10, 12, 15, 17, 19 maggio, di mattina o di pomeriggio. A conclusione del percorso i partecipanti avranno un attestato, mentre per gli studenti della Scuola delle Scienze Umane e del Patrimonio Culturale dell’Università di Palermo è stato richiesto il riconoscimento di 3 CFU.

nuova (1)
I moduli previsti:
Accoglienza, Educazione alle differenze, Prostituzione e tratta, I meccanismi della discriminazione, Le Infezioni Sessualmente Trasmissibili (IST),  Relazione d’aiuto, Privacy ed etica
verranno affidati a docenti universitari e/o professionisti.Al termine del percorso di formazione, nel mese di giugno, i formati diventeranno volontari delle attività di PrevenGo (“La prevenzione viene da te”) un progetto pilota finanziato da Fondazione con il Sud che si propone di realizzare un servizio di ascolto, di informazione e prevenzione per le persone maggiormente predisposte al rischio di infezione IST: per la popolazione LGBT, sex workers (donne eterosessuali, trans, gay, migranti) e giovani nelle provincie di Palermo, Trapani, Agrigento.Il servizio si articolerà in:

– Camper allestito come ambulatorio mobile per visite mediche specialistiche (ginecologiche, urologiche, etc) e per i test per HIV, HCV, sifilide nelle provincie di Palermo, Trapani e Agrigento;

– N. 4 sportelli di ascolto e informazione e accoglienza presso l’Università di Palermo e presso la sede di Arcigay Palermo.

Per partecipare è sufficiente compilare il modulo di iscrizione: https://goo.gl/forms/eG8WV74YBtdw2Bvv2

 

I partner di Arcigay Palermo, soggetto promotore dell’iniziativa, sono Arnas Civico – Di Cristina – Benfratelli, l’associazione Nps – Network delle Persone Sieropositive (Sezione Sicilia), l’associazione ANLAIDS (Sezione Felicia Impastato), l’associazione universitaria UniAttiva, la confederazione UDU e il Segretariato Italiano Studenti in Medicina (SISM).

Clicca qui per maggiori informazioni.

PrevenGo – la prevenzione viene da te

nuova (1)Un ambulatorio mobile, 3.000 test a risposta rapida, 250 volontari, 4 sportelli di ascolto e 5.000 utenti da raggiungere in 3 province siciliane.

Sono i numeri di PrevenGo, un progetto pilota voluto da Arcigay Palermo e finanziato da Fondazione Con il Sud, che per la prima volta in Italia affronta la prevenzione, la sensibilizzazione e l’informazione sulle Infezioni Sessualmente Trasmissibili (IST) on the road e su una scala così ampia mettendo insieme ascolto e diagnosi precoce.

Il camper, commissionato appositamente è un vero ambulatorio mobile e partirà in vista dell’estate. A bordo ospiterà il personale medico che, insieme ad Arcigay Palermo e ai volontari, farà tappa sulle province di Palermo, Trapani e Agrigento impiegando complessivamente un anno. L’ambulatorio mobile si fermerà in diversi luoghi del territorio, soprattutto in luoghi a maggiore frequenza (discoteche, scuole, università, piazze) e luoghi più a rischio di marginalizzazione come luoghi di battuage o prostituzione.

I test sono 3000 test capillari a risposta rapida COMBO: basta il prelievo di poche gocce di sangue da un dito per registrare la presenza di anticorpi contro HIV, HCV e sifilide. Questo tipo di test contribuisce a diminuire il timore nei confronti della prevenzione ospedaliera e aumenta l’accessibilità alle cure di chi non ha mai effettuato alcuna analisi e non è a conoscenza del proprio status sierologico.

Quattro sportelli di ascolto, informazione, screening e accoglienza saranno allestiti all’Ateneo universitario di Palermo e nei locali della sede cittadina di Arcigay, in via Rosa alla Gioiamia, e hanno diverse funzioni: la prevenzione delle IST, la lotta allo stigma delle persone positive al virus HIV, ascoltare e sostenere le persone LGBT italiane e straniere, contribuire a combattere l’omofobia, il razzismo e la tratta legata al giro della prostituzione.

I volontari saranno i protagonisti di PrevenGo: ancora in fase di selezione, 250 ragazzi e ragazze saranno formati dai partner del progetto e verranno loro affidate le diverse azioni progettuali a seconda delle competenze e attitudini. Collaboreranno anche alle attività di informazione e prevenzione e per iscriversi basta compilare un modulo online (https://goo.gl/forms/UssnCEAqOyQRdooG3) ed è in corso l’iter per la richiesta di riconoscere la formazione di 30h all’interno del corso in crediti formativi (CFU).

I partner di Arcigay Palermo, soggetto promotore dell’iniziativa, sono Arnas Civico – Di Cristina – Benfratelli, l’associazione Nps – Network delle Persone Sieropositive (Sezione Sicilia), l’associazione ANLAIDS (Sezione Felicia Impastato), l’associazione universitaria UniAttiva, la confederazione UDU e il Segretariato Italiano Studenti in Medicina (SISM). Il progetto ha il patrocinio dell’ERSU, Ente Regionale per il Diritto allo Studio e dell’Università degli Studi di Palermo.logo prevenGo

Le persone raggiunte grazie al camper saranno circa 5000 sulle tre province siciliane e l’azienda ospedaliera Arnass contribuirà con medici specialisti, diventando la struttura di appoggio per gli invii di utenti che dovessero manifestare la necessità di ulteriori prestazioni socio-sanitarie.

Le infezioni da HIV in Italia sono in aumento secondo il Notiziario dell’Istituto Superiore di Sanità 2015. In particolare tra migranti e MSM (maschi che hanno relazioni sessuali con maschi).

La Sicilia è tra le regioni con aumento percentuale maggiore di nuove diagnosi di HIV: la proporzione di nuove diagnosi tra gli MSM è aumentata dal 31% del 2010 al 40,9% del 2014. Tra queste, la proporzione di stranieri è aumentata dall’11% del 1992 al 27,10% del 2014 e l’incidenza più alta è stata osservata tra persone tra i 25 e i 29 anni (15,6 casi su 100.000 residenti).

La diagnosi precoce è fondamentale per le cure e con il progetto PrevenGo saranno ben 3.000 le persone che potranno fare dei test rapidi in ambiente non istituzionale.

Le novità del Congresso

Il congresso del 18 marzo ha sancito 3 importanti novità:

  1. Un nuovo Statuto. Dopo 6 anni, abbiamo modificato il docucongresso_1mento che regola la nostra vita associativa, adeguandolo alle novità che hanno caratterizzato Arcigay a livello nazionale. Il nuovo Statuto è disponibile qui.
  2. Una nuova sede. Dopo diversi anni, ci apprestiamo a lasciare la sede messa a nostra disposizione da Amnesty Sicilia per la prima sede totalmente nostra: Casa Arcobaleno, che speriamo diventi un punto di incontro, una fucina di idee, uno spazio sempre aperto e a disposizione  dei soci, delle socie e della città. La nuova sede sarà aperta a partire dal mese di aprile
  3. Un nuovo direttivo e una nuova presidente: Ana Maria Vasile, mediatrice culturale. Vicepresidente è Marco Ghezzi, e il presidente uscente, Mirko Pace, resta nel direttivo con la carica di consigliere Nazionale.

La mozione del Congresso del 18 marzo 2017

Di seguito pubblichiamo l’unica mozione pervenuta per il congresso del 18 marzo, a norma del regolamento:


MOZIONE CONGRESSUALE

Gli ultimi tre anni sono stati parecchio intensi per la vita associativa di Arcigay Palermo. Molti sono stati gli impegni che ci siamo trovati ad affrontare, ed oggi, proprio alla luce delle nuove sfide previste per i prossimi anni sentiamo l’esigenza di rinnovare il Direttivo portando l’associazione nuovamente a Congresso. Più di una parola è indispensabile spendere per il nostro Presidente Mirko Pace; a distanza di tre anni dalla sua prima elezione ci troviamo a doverlo salutare, da una parte felici per la sua realizzazione personale in ambito lavorativo, dall’altra tristemente consapevoli di dover colmare un grande vuoto dovuto alla sua assenza.

La presidenza di Mirko Pace ha contribuito in modo determinante alla crescita dell’associazione, al miglioramento delle sue relazioni con il tessuto cittadino, ed è stata caratterizzata da un importante impegno politico che si è tradotto nel consolidamento dei rapporti con il territorio di Palermo con la finalità di creare e mantenere rapporti solidali con le varie realtà del tessuto sociale palermitano. Ed è in quest’ottica che il nuovo Direttivo si propone di impegnarsi, conscio della necessità, nel particolare momento politico nazionale e internazionale, di intrattenere e rafforzare una rete di rapporti basati sulla promozione dei diritti umani. Continua a leggere

2 marzo:”Il caso grotte dell’Addaura”

Giovedì 2 marzo, alle 15.30, Marco Ghezzi interverrà a nome di Arcigay a palazzo Sant’Elia all’incontro coordinato da Piero Busetta “Beni culturali come volano per lo sviluppo economico. Il caso grotte dell’Addaura“.
Non molti sanno che le grotte dell’Addaura conservano quella che probabilmente è una delle prime raffigurazioni in assoluto del sesso tra uomini, risalente a circa 10.000 anni fa.

Alla tavola rotonda, organizzata dal Comitato Salviamo l’Addaura e dalla Fondazione Curella in collaborazione con la “Settimana delle Culture”, parteciperanno diversi studiosi e tecnici, che parleranno dei temi connessi alla messa in sicurezza dell’area di Monte Pellegrino e delle possibilità relative alla fruizione delle celebri grotte dell’Addaura, nelle quali sono presenti i graffiti, chiuse dal 1997. Continua a leggere

12 marzo: assemblea soci

In vista del prossimo congresso di Arcigay Palermo, è convocata l’assemblea soci, domenica 12 marzo, alle 17.00 al circolo Arci Porco Rosso (che ringraziamo per la disponibilità), in Piazza Casa Professa, 1.
Ordine del giorno:
– congresso provinciale
– formazione per attivisti di Arcigay
– proposte e idee per i prossimi tre anni
– Palermo Pride 2017
Durante l’assemblea sarà possibile diventare soci di Arcigay o rinnovare la tessera.
Vi aspettiamo!

Congresso Comitato provinciale Arcigay Palermo

CONVOCAZIONE CONGRESSO DEL COMITATO PROVINCIALE ARCIGAY PALERMO

Il Congresso del Comitato provinciale Arcigay Palermo è convocato giorno 18 marzo 2017 alle ore 16.00 in prima convocazione ed alle 16.30 in seconda presso la sede del Coordinamento Provinciale Libera Palermo, piazza Castelnuovo 13 (C/O “I Sapori ed i Saperi della Legalità), con il seguente Ordine del Giorno:

1) Modifiche statutarie

2) Modifica della sede legale

3) Rinnovo delle cariche sociali

Il Congresso è convocato secondo le norme dello Statuto del Comitato provinciale Arcigay Palermo e dello Statuto nazionale di Arcigay.
Palermo, 16 febbraio 2017

Il Presidente

Mirko Antonino Pace

 


 

COMITATO PROVINCIALE ARCIGAY PALERMO – REGOLAMENTO CONGRESSUALE

Continua a leggere

Diritti e lavoro: firmato protocollo tra Uil e Arcigay Palermo

Siglato oggi il protocollo d’intesa, di durata biennale, fra Arcigay Palermo presieduta da Mirko Pace,  e la Uil Palermo, guidata da Gianni Borrelli. L’obiettivo comune è tutelare i diritti e le azioni di contrasto alle discriminazioni e intolleranze fondate sull’orientamento sessuale e l’identità/espressione di genere, che possono verificarsi sia nei luoghi di lavoro che negli altri ambiti di vita sociale.

uil-arcigay-3
Il protocollo delinea le finalità, i proponimenti comuni, gli impegni reciproci, l’area d’intervento, nonché le forme di collaborazione che si verranno a creare fra la Uil Palermo  e Arcigay Palermo.
Dopo il protocollo, il primo in Italia, siglato due mesi fa a Siracusa – dichiara Grazia Mazzè, coordinatrice Pari opportunità Uil Sicilia – proseguiamo nel nostro intento di creare dei ponti con le associazioni territoriali per far conoscere i servizi che questo sindacato mette a diposizione di tutti”.

“In un momento storico caratterizzato dalla precarizzazione del lavoro e dall’erosione dei diritti – dichiara Ana Maria Vasile, segretario di Arcigay Palermo -, la sinergia tra le associazioni per la difesa dei diritti umani e i sindacati riveste una particolare importanza. E’ un accordo strategico, che per noi segna l’inizio di un percorso comune e concreto di sensibilizzazione e formazione dei sindacalisti della Uil, allo scopo di raggiungere i lavoratori e i precari Lgbti, per meglio tutelare i loro diritti”.