Speciale amministrative 2017

In evidenza

Come annunciato, Arcigay Palermo, in collaborazione con UAAR Palermo e con il Coordinamento Palermo Pride, ha avviato un percorso di sensibilizzazione sui temi della laicità e del rispetto dei diritti umani nonché di informazione su programmi e candidati, in modo da aiutare gli elettori ad una scelta consapevole.

L’elezione diretta del sindaco di Palermo e del consiglio comunale, nonché dei consigli circoscrizionali si svolgerà domenica 11 giugno 2017.  L’eventuale turno di ballottaggio tra i due candidati più votati avrà luogo domenica 25 giugno.
I candidati sindaco sono: Leoluca Orlando, Fabrizio Ferrandelli, Ciro Lo Monte, Ismaele La Vardera, Nadia Spallitta, Ugo Forello.

L’associazione sottoporrà delle domande ai candidati sindaco, e sta raccogliendo le presentazioni dei candidati consiglieri comunali o di circoscrizione. Potete inviare i vs. contributi a palermo@arcigay.it.

Tra i candidati consiglieri anche ex componenti del direttivo del Palermo Pride, come Mariangela di Gangi, e attivisti storici del movimento LGBT palermitano, come Massimo Milani.

Di seguito le presentazioni/dichiarazioni pervenute (in ordine cronologico).

I candidati:

 

Programmi e dichiarazioni:

PrevenGo: aperte le iscrizioni per altri due corsi

Sono aperte le iscrizioni per altri due corsi relativi al progetto “PrevenGo – La Prevenzione viene da te”.
Per facilitare la frequenza a chi lavora o ha altri impegni, un corso sarà di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 18.30 alle 21.30, mentre l’altro si svolgerà, in maniera intensiva, durante il fine settimana.
L’avvio è previsto per inizio giugno, fatto salvo il raggiungimento del numero dei partecipanti.

logo prevenGo

E’ possibile iscriversi on line compilando il modulo:
Per chi dovesse aver seguito delle lezioni in una delle edizioni appena concluse, potrà completare il corso seguendo le lezioni mancanti.
I corsi si svolgeranno presso la nostra sede.

Continua a leggere

United Colours – Creating a European support network for LGBTI migrants: call for italian participants

united colours_logo

United Colours – Creating a European support network for LGBTI migrants: Call for italian participants

3-8 July 2017 (travel days excluded) Palermo, Italy

(Erasmus Plus – KA1 -2016-3-IT03-KA105-009632)

United Colours infopack                                 Application form

The project

Since LGBTI migrants suffer multiply discrimination, and in Europe there is a heated debate about global migration, asylum and mobility policies.

This project aims to promote the European values of tolerance, solidarity, promotion of human rights. Specific objectives are:

  • Creation of a permanent, sustainable and efficient network of organizations for the LGBTI migrants support
  • Personal and professional competence development of youth workers, social workers, educators, activists with the LGBTI migrants and/or migrant communities
  • International strategy development in order to fight for the human rights of LGBTI migrants
  • Sensitization of the communities – both local and international level – of the issues faced by this target group

Continua a leggere

Amministrative 2017: Lotta alle discriminazioni nel programma di Forello

Nel programma di Ugo Forello, candidato a sindaco di Palermo per il Movimento Cinque Stelle, nella sezione 1 “Le persone intorno a noi“, possiamo leggere:

4. Combattere le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere

  • Prevenire e contrastare le discriminazioni attraverso azioni a carattere formativo, informativo, di monitoraggio e di sensibilizzazione, promosse dal Comune di Palermo di concerto con le associazioni LGBTI e contro le violenze di genere. In tal modo si potrà ampliare la conoscenza da parte dei cittadini delle suddette tematiche; garantire nelle comunità cittadine e scolastiche, un ambiente sicuro e friendly, al riparo dalla violenza, dalle angherie, dall’esclusione sociale o da altre forme di trattamenti discriminatori e degradanti legati all’orienta- mento sessuale o all’identità di genere; contrastare e prevenire l’isolamento, il disagio sociale, l’insuccesso e la dispersione scolastica dei giovani LGBTI;
  • Mettere a disposizione gratuitamente un numero di spazi pubblicitari comunali per iniziative di sensibilizzazione e campagne contro l’omofobia, transfobia e le violenze di genere;
  • Sensibilizzare e formare gli operatori sociali alle tematiche LGBTI e sulle violenze di genere;
  • Promuovere e sostenere l’attività dei centri anti-violenza.

Amministrative 2017: Meg Marlisa Indemburgo

Meg Marlisa Indemburgo, candidato consigliere comunale per il Movimento 5 Stelle.

LGBT a Palermo ancora non siamo in molti a sapere cosa significa.

Per quanto riguarda me, io ho rispetto per tutti, io ho rispetto per la vita e per l’amore in qualsiasi forma questo si manifesti. Continua a leggere

Amministrative 2017: Elisabetta Cinà

Desidero parlarvi di me e della mia candidatura.

Molti di voi mi conoscono e conoscono il mio percorso degli ultimi anni e sanno che sono sempre stata vicina alla gente. Faccio televisione da molti anni ed ho invitato ospiti e fatto servizi in esterna dando visibilità a tutti; ho dato spazio ai giovani musicisti facendoli suonare live in trasmissione; ho intervistato gente di tutti i tipi parlando di attualità, medicina, cucina, cultura, spettacolo e tantissimo altro, al solo fine di rendere un servizio agli spettatori.

Il 7 settembre dell’anno scorso ho realizzato il sogno, dopo 7 anni di storia vissuta alla luce del giorno, di unirmi civilmente con Serenella e la cerimonia è diventata una pubblica esplosione di amore ed energia positiva, una conferma del fatto che “metterci la faccia” fa la differenza!
Continua a leggere

Amministrative 2017: “siciliani liberi” contro Pride ed Arcigay

Il 19 maggio l’Ansa rende nota una dichiarazione di Lomonte contro il Palermo Pride, definito come “una carnevalata odiosa e offensiva”, a cui da sindaco non concederebbe il patrocinio. Non contenti di quest’affermazione offensiva nei confronti di migliaia di persone, il giorno dopo il vicesindaco designato dalla lista “siciliani liberi” rincara la dose, scrivendo nella sua bacheca facebook che  “a difendere i diritti dei gay, c’è l’arcigay o certa sinistra “giustocatanese” […] Una cosa ho capito: la maggior parte di queste realtà, ormai è risaputo, campano da nababbi proprio grazie alle battaglie che strumentalizzano”.

Nel programma, estremamente sintetico, della lista, nessun riferimento a diritti umani, diritti sociali, rispetto delle differenze o della laicità. Viceversa, il pieghevole del programma si apre con un criptico “ripristinando l’identità di manifestazioni come il Festino di S. Rosalia.“. Una speranza potrebbe venire dal punto successivo “Le famiglie al centro della politica comunale, riducendo la pressione fiscale specialmente per chi mette al mondo figli”, ma l’entusiastica partecipazione di Lo Monte a un incontro “per la difesa della famiglia tradizionale” organizzato dal sedicente omofobo Amato e dall’ex cantante Povia, fa capire che secondo il candidato esista un solo tipo di famiglia, e che tra queste non siano contemplate le famiglie arcobaleno.

 

Ecco il comunicato ANSA:

“Trovo che il Gay Pride sia una carnevalata odiosa e offensiva nei confronti degli omosessuali. Se dovessi diventare sindaco di Palermo toglierei il patrocinio del Comune”. Lo ha detto Ciro Lomonte, candidato sindaco di Palermo alle prossime amministrative per “I siciliani liberi” durante la registrazione della trasmissione “Sezione 13” che andrà in onda questa sera alle 21 sull’emittente tv Trm

Amministrative 2017: Antonino Martorana

La nostra costituzione e i nostri cuori ci dicono di difendere ogni cittadino italiano dalle discriminazioni di ogni genere.

È questo il sentimento che ci ha spinto alla scrittura della parte di programma Politiche Sociali, pagina 19
Combattere le discriminazioni basate dell’orientamento sessuale e sull’identitá di genere.
-Formare, informare, monitorare e sensibilizzare contro le violenze di genere.
Conoscere per capire. Creare un ambiente sicuro, al riparo di violenze, dell’esclusione sociale legati all’orientamento sessuale in concertazione con le associazioni LGBT
-Messa a disposizione gratuitamente spazi pubblicitari comunali per iniziative di sensibilizzazione per campagne contro L’omofobia e la violenza di genere.
-Promuovere e sostenere l’attivitá dei centri anti-violenza.

Continua a leggere

Convocazione dell’Assemblea Ordinaria dei soci e delle socie 2017

È convocata l’assemblea ordinaria delle socie e dei soci dell’associazione Comitato provinciale Arcigay Palermo il 3 giugno 2017 presso Officine Arcobaleno, in via della Rosa alla Gioiamia n.2/4:
prima convocazione alle ore 17:30;
seconda convocazione alle ore 18.00;

con il seguente ordine del giorno:

1) resoconto attività dell’associazione anno 2016-2017;
2) bilancio consuntivo 2016;
3) bilancio preventivo 2017;
4) programmazione delle attività 2017-2018 dell’associazione;
5) varie ed eventuali.

La Presidentessa
Ana Maria Vasile

24 maggio: test HIV rapidi in sede

Mercoledì 24 maggio dalle 18.00 alle 21.000 vi aspettiamo presso la nuova sede di Arcigay Palermo, Officine Arcobaleno in via della Rosa alla Gioiamia n. 2/4, dove sarà possibile effettuare test rapidi HIV. postTest24maggio.png

Saranno presenti i/le volontari/e formati/e nell’ambito del progetto PrevenGo per accogliervi e del personale sanitario qualificato per effettuare, gratuitamente e anonimamente, test HIV rapidi, con la collaborazione di Anlaids sezione “Felicia Impastato” di Palermo, Nps sezione Sicilia ONLUS e SISM Palermo.

 

Amministrative 2017: Francesco Vitale

Salve sono candidato per il consiglio comunale di Palermo con il M5S , rispondo alla vostra iniziativa nell’ambito di un confronto per le amministrative 2017 con una mia dichiarazione da pubblicare.
 
Mi chiamo Francesco Vitale, ho 35 anni, sono candidato al consiglio comunale di Palermo con il MoVimento 5 Stelle per le amministrative 2017.
Trovo assurdo, quasi vergognoso dover parlare di diritti civili in campagna elettorale, ma poi mi guardo intorno, leggo slogan sui social e vedo gente che pur di farsi strada depistano, confondono, ingannano il signor Buonsenso. Ed ecco che si finisce far fare politica ostentando vuote ideologie che consentono a certi soggetti di collocarsi nello scacchiere democratico sulla pelle della comunità LGBT e non solo!

Continua a leggere