13 gennaio: Umani per Costituzione

umani per costituzione

Contro il Decreto “Insicurezza”, contro questo clima d’odio, per il Rispetto dei Diritti Umani, ripartiamo dalle basi: la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e la Costituzione Italiana.
Vieni a leggere un articolo anche tu. Partecipa, contribuisci, lotta: domenica 13 gennaio, a piazzetta Mediterraneo, nel cuore di Ballarò, a partire dalle 15.00.

L’evento nasce dalla volontà di sancire che il rispetto dei Diritti non è un mero atto di “buonismo”, ma rispetto dei basilari principi che garantiscono la vita di tutti noi, nessun* escluso.

Un’occasione ulteriore per rianimare Piazza Mediterraneo nel cuore del centro storico palermitano, Ballarò, quartiere che più di tutti rappresenta la realizzazione di quei diritti sanciti nella Dichiarazione Universale. L’iniziativa si inserisce nel lungo percorso di iniziative svolte insieme al quartiere in un processo partecipato.

L’iniziativa è promossa da diverse realtà presenti sul territorio palermitano ed è aperta a nuove adesioni.

Per aderire basta inviare una mail a info@hryo.eu o a palermo@arcigay.it

Dalle ore 15:00 i volontari dell’iniziativa e tutti coloro i quali vorranno aderire saranno impegnati in un momento di risistemazione della piazza.

Dalle ore 16:00 – Reading dei Diritti, a turno i partecipanti leggeranno gli articoli della Dichiarazione universale dei Diritti Dell’Uomo e della Costituzione.
Vieni, partecipa, leggi, porta la tua copia della Costituzione o della Dichiarazione, porta uno strumento musicale o qualcosa da mangiare o da bere: è la nostra città, sono i nostri diritti.

Suoneranno le Crispeace, percussioniste solidali.

#facciamorete

Hanno aderito e sostengono l’iniziativa: Arcigay Palermo, Human Rights Youth Organization, Maghweb, Stato Brado, Qui Palermo, Arci Palermo, ANPI Palermo, SOS Ballarò, Moltivolti, UAAR Palermo, Crispeace Tribal Band, Consulta della Pace – Comune di Palermo., Mir Palermo… (elenco in aggiornamento)

Annunci

La Migration – il manuale per operatori

E’ un grande onore per noi pubblicare il manuale del servizio La Migration per migranti e richiedenti asilo LGBTI. Un manuale realizzato dagli operatori dello Sportello e riivolto ad operatori, studiosi, stakeholders, decisori politici, che è stato presentato un paio di settimane fa all’Università degli Studi di Palermo, e che ha l’obiettivo di fornire le linee guida sugli interventi di accoglienza e supporto per migranti LGBTI.

Il manuale è realizzato grazie ai fondi dell’Otto per Mille della Chiesa Valdese, che dal 2016 sostiene le attività de La Migration.

Clicca qui per il file in .pdf                                                    Leggilo su Issuu


copertina manuale La Migration

Arcigay: solidarietà e appoggio al sindaco Firetto

Al sindaco di Agrigento Lillo Firetto va riconosciuta la volontà di schierarsi lì dove ancora la legislazione nazionale si dimostra fallace e lontana dalle esigenze reali delle persone.

Firetto ha registrato, per la prima volta all’anagrafe di Agrigento, un figlio nato da una coppia omogenitoriale e, firmando personalmente l’Atto di riconoscimento del bambino ha di fatto scelto di tutelare i diritti di tutti i cittadini, anche del più piccolo, anche di un bambino garantendogli la presenza di due genitori e non di uno soltanto, due genitori che adesso hanno uguali diritti e uguali doveri nei suoi confronti.

In questo modo il sindaco di Agrigento ha fatto il suo dovere di primo cittadino rispettando e promuovendo i diritti, una buona pratica che, ancora una volta, è la dimostrazione di come spesso siano Comuni, le istituzioni più vicine ai cittadini, a porsi al loro fianco, colmando le lacune della legislazione nazionale.

Solidarietà al sindaco Firetto, oggetto di attacchi strumentali da parte di gruppi che lottano contro i diritti umani.

A sottoscrivere la nota i comitati di Arcigay Palermo, Arcigay Siracusa, Arcigay Messina, Arcigay Ragusa e Arcigay Catania.

17 settembre: Le politiche per l’accoglienza dei migranti LGBTI in Italia

Lunedì 17 settembre

Aula magna Facoltà di Lettere e Filosofia (edificio 12),viale delle Scienze, Palermo 

1537105336074_Locandina Convegno DEFINITIVA.jpg

La Migration è l’unico servizio di ascolto, accoglienza e consulenza per migranti LGBTI (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e intersessuali) della Sicilia, e uno dei pochissimi in Italia. Promosso e gestito da Arcigay Palermo, è attivo dal 2011.

Il servizio principale dello sportello consiste nel fornire un sostegno ben strutturato, complesso e articolato ai migranti LGBTI, che vengono discriminati sia per la provenienza geografico-culturale, sia per l’orientamento sessuale o per l’identità di genere. Nella pratica, il sostegno offerto al migrante LGBTI si articola in attività di consulenza psicologica, attività di consulenza legale per richiedenti asilo (ma non solo), e in attività di accoglienza e punto di riferimento per i migranti. Dal 2015 il servizio riceve il sostegno dell’Otto per mille della Chiesa Valdese.
Le attività dello sportello sono realizzate a titolo di volontariato da un gruppo di esperti di migrazione e da mediatori culturali e linguistici di varie provenienze geografiche.

Il 17 settembre La Migration promuove un incontro per fare il punto sulle politiche e sulle pratiche per l’accoglienza dei migranti LGBTI in Italia, a partire proprio dall’esperienza di lavoro nel territorio degli operatori del servizio, con interventi e  testimonianze di rappresentanti delle istituzioni, di migranti, esperti ed operatori.
Contestualmente, sarà presentata la pubblicazione de La Migration: un manuale sintetico, rivolto ad operatori e stakeholders, che illustra pratiche, caratteristiche e difficoltà dei servizi per migranti LGBTI, realizzato grazie al contributo dell’Otto per mille Valdese.

#NetworkDay: aderiamo

Arcigay Palermo aderisce al #NetworkDay, organizzato da Rebel Network a Rimini l’8 settembre,  «una “chiamata nazionale” per arginare la deriva violenta e in pieno contrasto con i valori costituzionali, una deriva che esaspera il malessere sociale e mette in discussione libertà e diritti acquisiti».

Clicca qui per altre informazioni e per le modalità di adesione: https://www.facebook.com/1854926931404165/posts/2221468954749959/

Il sindaco Orlando trascrive 7 famiglie arcobaleno

A Palermo il sindaco Orlando trascrive 7 famiglie arcobaleno.

La mattina di giovedì 28 giugno 2018 a Palazzo delle Aquile, sede del Comune di Palermo, 7 famiglie arcobaleno (4 coppie di mamme e 3 di papà) hanno visto trascritti i loro nomi sui certificati di nascita dei loro figli e delle loro figlie.

IMG-20180628-WA0021.jpg

Si tratta di una annotazione nell’atto di nascita che riporta così i nomi di entrambi i genitori che hanno così uguali doveri nei confronti dei loro figli e delle loro figlie.
Continua a leggere

Unipa: arriva l’alias per studenti trans

All’Università degli Studi di Palermo, nella tessera di riconoscimento degli iscritti Unipa (non più libretto ma smart-card) che hanno scelto di intraprendere il percorso verso la riassegnazione sessuale (transizione) è possibile avere il nome che rispecchia la propria identità e, di conseguenza, in fase d’esame e per la prenotazione essere riconosciuti dai professori con la nuova identità di genere: basta scrivere una mail all’indirizzo rettore@unipa.it.

Si tratta dell’attuazione dell’articolo 3, comma 3 del Regolamento Generale d’Ateneo varato nel 2013 e finora mai applicato a Palermo ovvero “L’istituzione del cosiddetto doppio libretto di genere rivolto agli studenti in fase di transizione”: una procedura esistente a Torino, Padova, Bologna, Urbino, Pavia, Verona, Barie Catania. Nonostante nel regolamento sia previsto, per il “doppio libretto di genere” è mancato fino a ora l’impianto attuativo.

Continua a leggere

8 marzo: saremo la marea che vi travolgerà

otto marzoConcentramento ore 17:30 – Piazza Verdi (teatro Massimo)
Arcigay Palermo aderisce allo sciopero globale ed alla manifestazione dell’8 marzo a Palermo.

Come donne (cis o trans) bisessuali o lesbiche, come molteplici soggettività  gay, lesbo, trans, queer, non binarie, come persone a rischio di discriminazione e sfruttamento per orientamento sessuale e pregiudizi e stereotipi di genere, come attivist* per i diritti LGBTQI: scioperiamo e manifestiamo contro i ruoli di genere imposti dalla società sin dalla nascita, contro le discriminazioni, contro la precarietà, contro le violenze e le molestie. Manifestiamo e scioperiamo per l’autodeterminazione e per la libertà di essere noi stess*, di decidere in autonomia le nostre vite, di andare dove vogliamo senza paura, di attraversare i confini.

Continua a leggere

10 febbraio: Palermo antirazzista e antifascista

Presidio a piazza Castelnuovo (Politeama) sabato 10 febbraio alle 16.00

L’attacco di matrice terroristica e di stampo fascista di Macerata, seguito al ritrovamento del corpo di una giovane donna morta in circostanze ancora da chiarire, con il coinvolgimento di due cittadini nigeriani, non costituisce un episodio isolato, ma segna un drammatico punto di svolta di un processo che è in corso da anni.

La criminalizzazione degli immigrati irregolari, i richiedenti asilo costretti e raggiungere illegalmente il nostro paese per l’assenza di vie legali di ingresso, quindi la criminalizzazione degli operatori della solidarietà, sia a mare – con gli attacchi alle ONG – che a terra, nei confronti di chi prestava assistenza ai migranti in transito in Italia diretti verso altri paesi, sono state tutte tappe che hanno permesso ad alcune forze politiche di strumentalizzare la crisi economica che sta travolgendo lo stato sociale in Italia, addossando tutte le colpe agli immigrati, soprattutto quelli arrivati negli ultimi tre anni dalla Libia, per nascondere le responsabilità di chi ha determinato la crisi e ne sta traendo enormi profitti economici e politici.

Continua a leggere

3 ottobre: inaugurazione camper medico

Domani 3 ottobre alle 12.30, presso l’Edificio 19 (Polo Didattico) dell’Università, in viale delle Scienze, verrà inaugurato l’ambulatorio mobile di Arcigay: un camper attrezzato per visite mediche (ginecologiche, urologiche, etc), da utilizzare nell’ambito del progetto PrevenGo – La prevenzione viene da te. la prevenzione viene da te
Grazie al camper sarà possibile far arrivare la prevenzione delle IST (infezioni sessualmente trasmissibili) ovunque, e soprattutto tra chi più difficilmente si rivolge al servizio sanitario nazionale, come sex worker, giovanissimi, migranti irregolari. 

L’ambulatorio mobile potrà essere disposto nelle strade, fuori da una discoteca, nei luoghi di battuage, in prossimità di scuole e facoltà universitarie, nelle feste locali o dove non è presente alcun consultorio. L’obiettivo è quello abbattere le distanze tra istituzioni sanitarie e cittadini e di contrastare le stigmatizzazioni.

 

sportello-generico Grazie al camper e ai 4 sportelli attivati a Palermo, Arcigay ed i partner del progetto PrevenGo, con il contributo di Fondazione con il Sud un servizio di ascolto, di informazione e prevenzione per le persone predisposte al rischio di infezione IST: per la popolazione LGBT, sex workers (donne eterosessuali, trans, gay, migranti) e giovani nelle provincie di Palermo, Trapani, Agrigento.

Domani, presso il camper, dalle 12.00 alle 15.00 sarà possibile effettuare gratuitamente i test capillari rapidi per hiv, sifilide ed epatite C.
Si tratta di test capillari a risposta rapidi, effettuati in modo gratuito e anonimo.