Il sindaco Orlando trascrive 7 famiglie arcobaleno

A Palermo il sindaco Orlando trascrive 7 famiglie arcobaleno.

La mattina di giovedì 28 giugno 2018 a Palazzo delle Aquile, sede del Comune di Palermo, 7 famiglie arcobaleno (4 coppie di mamme e 3 di papà) hanno visto trascritti i loro nomi sui certificati di nascita dei loro figli e delle loro figlie.

IMG-20180628-WA0021.jpg

Si tratta di una annotazione nell’atto di nascita che riporta così i nomi di entrambi i genitori che hanno così uguali doveri nei confronti dei loro figli e delle loro figlie.
Continua a leggere

Annunci

Unipa: arriva l’alias per studenti trans

All’Università degli Studi di Palermo, nella tessera di riconoscimento degli iscritti Unipa (non più libretto ma smart-card) che hanno scelto di intraprendere il percorso verso la riassegnazione sessuale (transizione) è possibile avere il nome che rispecchia la propria identità e, di conseguenza, in fase d’esame e per la prenotazione essere riconosciuti dai professori con la nuova identità di genere: basta scrivere una mail all’indirizzo rettore@unipa.it.

Si tratta dell’attuazione dell’articolo 3, comma 3 del Regolamento Generale d’Ateneo varato nel 2013 e finora mai applicato a Palermo ovvero “L’istituzione del cosiddetto doppio libretto di genere rivolto agli studenti in fase di transizione”: una procedura esistente a Torino, Padova, Bologna, Urbino, Pavia, Verona, Barie Catania. Nonostante nel regolamento sia previsto, per il “doppio libretto di genere” è mancato fino a ora l’impianto attuativo.

Continua a leggere

8 marzo: saremo la marea che vi travolgerà

otto marzoConcentramento ore 17:30 – Piazza Verdi (teatro Massimo)
Arcigay Palermo aderisce allo sciopero globale ed alla manifestazione dell’8 marzo a Palermo.

Come donne (cis o trans) bisessuali o lesbiche, come molteplici soggettività  gay, lesbo, trans, queer, non binarie, come persone a rischio di discriminazione e sfruttamento per orientamento sessuale e pregiudizi e stereotipi di genere, come attivist* per i diritti LGBTQI: scioperiamo e manifestiamo contro i ruoli di genere imposti dalla società sin dalla nascita, contro le discriminazioni, contro la precarietà, contro le violenze e le molestie. Manifestiamo e scioperiamo per l’autodeterminazione e per la libertà di essere noi stess*, di decidere in autonomia le nostre vite, di andare dove vogliamo senza paura, di attraversare i confini.

Continua a leggere

10 febbraio: Palermo antirazzista e antifascista

Presidio a piazza Castelnuovo (Politeama) sabato 10 febbraio alle 16.00

L’attacco di matrice terroristica e di stampo fascista di Macerata, seguito al ritrovamento del corpo di una giovane donna morta in circostanze ancora da chiarire, con il coinvolgimento di due cittadini nigeriani, non costituisce un episodio isolato, ma segna un drammatico punto di svolta di un processo che è in corso da anni.

La criminalizzazione degli immigrati irregolari, i richiedenti asilo costretti e raggiungere illegalmente il nostro paese per l’assenza di vie legali di ingresso, quindi la criminalizzazione degli operatori della solidarietà, sia a mare – con gli attacchi alle ONG – che a terra, nei confronti di chi prestava assistenza ai migranti in transito in Italia diretti verso altri paesi, sono state tutte tappe che hanno permesso ad alcune forze politiche di strumentalizzare la crisi economica che sta travolgendo lo stato sociale in Italia, addossando tutte le colpe agli immigrati, soprattutto quelli arrivati negli ultimi tre anni dalla Libia, per nascondere le responsabilità di chi ha determinato la crisi e ne sta traendo enormi profitti economici e politici.

Continua a leggere

3 ottobre: inaugurazione camper medico

Domani 3 ottobre alle 12.30, presso l’Edificio 19 (Polo Didattico) dell’Università, in viale delle Scienze, verrà inaugurato l’ambulatorio mobile di Arcigay: un camper attrezzato per visite mediche (ginecologiche, urologiche, etc), da utilizzare nell’ambito del progetto PrevenGo – La prevenzione viene da te. la prevenzione viene da te
Grazie al camper sarà possibile far arrivare la prevenzione delle IST (infezioni sessualmente trasmissibili) ovunque, e soprattutto tra chi più difficilmente si rivolge al servizio sanitario nazionale, come sex worker, giovanissimi, migranti irregolari. 

L’ambulatorio mobile potrà essere disposto nelle strade, fuori da una discoteca, nei luoghi di battuage, in prossimità di scuole e facoltà universitarie, nelle feste locali o dove non è presente alcun consultorio. L’obiettivo è quello abbattere le distanze tra istituzioni sanitarie e cittadini e di contrastare le stigmatizzazioni.

 

sportello-generico Grazie al camper e ai 4 sportelli attivati a Palermo, Arcigay ed i partner del progetto PrevenGo, con il contributo di Fondazione con il Sud un servizio di ascolto, di informazione e prevenzione per le persone predisposte al rischio di infezione IST: per la popolazione LGBT, sex workers (donne eterosessuali, trans, gay, migranti) e giovani nelle provincie di Palermo, Trapani, Agrigento.

Domani, presso il camper, dalle 12.00 alle 15.00 sarà possibile effettuare gratuitamente i test capillari rapidi per hiv, sifilide ed epatite C.
Si tratta di test capillari a risposta rapidi, effettuati in modo gratuito e anonimo.

8 luglio: United Colors – il convegno

Un incontro per lanciare la creazione del network internazionale di supporto per i migranti LGBTI: Sabato 8 luglio, ore 19.00 Officine Arcobaleno (via della Rosa alla Gioiamia, 2)

Molte persone sono costrette ad abbandonare il loro paese e a cercare rifugio altrove perché perseguitati in quanto omosessuali, bisessuali, trans.
In molti Paesi in tutto il mondo è possibile essere imprigionati, torturati, discriminati o addirittura uccisi solo perché si è omosessuali, bisessuali o trans. È per questo che l’Europa garantisce la protezione internazionale alle persone LGBT costrette a scappare dal proprio Paese. Continua a leggere

United Colors: un network per la tutela del migranti LGBTI

united colours_logoAl via  “United Colours”, un progetto che consiste nella creazione di un network europeo permanente di supporto ai migranti Lgbt. Dal 3 all’8 luglio il convento del Carmine a Ballarò, Palermo, è quartier generale di un convegno a cui stanno partecipando ventotto, tra uomini e donne, ambasciatori di organizzazioni e associazioni internazionali legate ai diritti umani e Lgbt.

A veicolare il progetto sono le realtà di Arcigay Palermo (Italy; organizzazione ospitante), Oma Tuba (Tallin, Estonia), Magyar LMBT Szövetség (Budapest, Ungheria), United Societies of Balkans Aistiki Eteireia (Tessaloniki, Grecia), Bulgarian Network for Human Rights Education  (Plovdiv, Bulgaria) e United Colours of Humanity (Artuklu, Turchia).
Al termine dei cinque giorni di lavori e tavole rotonde, un incontro, sabato 8 luglio alle 19.00 nella sede di Arcigay Palermo (via della Rosa alla Gioiamia, 2) presenterà i risultati delle attività e lancerà il Network. DSC_5365.JPG

L’obiettivo è quello di formare operatori giovanili che sono attivi nel settore della psicologia, dell’attivismo, dell’educazione e dell’associazionismo e naturalmente in ambienti vicini e paralleli all’accoglienza di migranti Lgbt e non.

Il progetto nasce dalla presa di coscienza che i migranti Lgbt sono soggetti a una doppia discriminazione e, in Europa, è diventato necessario rispondere a quel dibattito aperto che trova i suoi nodi nelle modalità di accoglienza e asilo in relazione alla migrazione.

Sarà grazie al Network permanente che la comunità europea riuscirà a consolidare quei valori di tolleranza e solidarietà che promuovono la tutela dei diritti umani.

In 85 Paesi in tutto il mondo – dichiara Ana Vasile, presidente di Arcigay Palermo – è possibile essere imprigionati, torturati, discriminati o addirittura uccisi solo perché si è omosessuali, bisessuali o trans. È per questo che l’Europa garantisce la protezione internazionale alle persone LGBT costrette a scappare dal proprio Paese. Dal 2011 Arcigay Palermo è impegnata in attività di supporto ai migranti LGBT grazie al servizio La Migration, ma occorre più collaborazione con le altre realtà europee del settore, standard internazionali condivisi e un dialogo con la Commissione Europea
E’ significativo che quest’iniziativa parta da Palermo  –  dichiarano Dòra Deak e Senem Kalafat, formatrici del progetto – città in cui il movimento sociale per l’inclusione è molto forte, e dove c’è bisogno di rafforzare le prassi attraverso il confronto con operatori di altri Paesi. Solo così capiremo se siamo davvero sulla buona strada”.

DSC_5212

I ventotto partecipanti al convegno sono stati selezionati e proposti da uno staff interno alle realtà di provenienza. Il progetto è stato finanziato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani, nell’ambito del programma Erasmus+ della Commissione Europea che ha come scopo la promozione dei valori e dei principi fondamentali dell’Unione Europea e la creazione delle società inclusive.

8 giugno: “ho molti amici gay”

ho molti amici gay
Il Palermo Pride è orgoglioso di invitarvi, in occasione de “Una marina di libri” , alla presentazione del libro Ho molti amici gay – La crociata omofoba della politica italiana
di Filippo Maria Battaglia, Ed. Bollati Boringhieri
Ne discuteranno con l’autore Davide Camarrone, Luigi Carollo e Daniela Tomasino.

L’appuntamento è per l’8 giugno alle 21.00 al Gymnsium dell’Orto Botanico.

Continua a leggere

“The stories we were never told” – Erasmus+ in Barcelona

 Cartell stories

Enruta’t (Spain), in cooperation with Informelle Gruppe (Austria) , Arcigay Palermo (Italy) and Roots & Routes Cologne e. V. (Germany), are really excited about presenting the European Seminar “The stories we were never told” which will take part in summer 2017 in the region of Barcelona.

Download the Application form

This project has been designed for 21 educators connected with formal or non-formal youth education with residence in Spain, Austria, Italy or Germany and related with the LGTBIQ+ community. It’s main goal is to address the issue of affective, sexual and gender diversity in the educational context with the biographies of the participants as a resourceful starting point.

During 10 days, from the 24th of July till the 2nd of August, we will work together for the promotion of the sexual rights of every person and highlight livable lives. In this process we will initiate the space for personal development and professional empowerment; generate knowledge and strategies for intervening in educational contexts in relation to heteronormativity; and facilitate the creation of new national and international synergies.

The initiative is mainly supported by the Erasmus+ Program of the European Union and for that reason, we can offer the training for a course fee of 100€ (for employed persons) or 50€ ( for unemployed persons), which includes travel, board and lodging! Exceptional circumstances can be discussed.

The deadline for registration is the 3th of June. Each mentioned involved country can select 5 participants for taking part in the seminar. Therefore applications should be sent to the corresponding organization:

N.B.: nel caso vengano presentate più di cinque domande di partecipazione, Arcigay Palermo accorderà la preferenza ai soci/attivisti di Arcigay Palermo, che abbiano competenze nel campo dell’educazione e che si impegnino a far parte del nascente gruppo scuola dell’associazione.
E’ richiesta una ragionevole conoscenza dell’inglese (almeno B1) e la voglia di mettersi in gioco.

Arcigay e le amministrative 2017

Le elezioni per il rinnovo del consiglio comunale, del sindaco e dei consigli di circoscrizione a Palermo si svolgeranno domenica 11 giugno.

L’eventuale turno di ballottaggio per l’elezione diretta dei sindaci avrà luogo domenica 25 giugno.
Arcigay Palermo non dà alcuna indicazione di voto a soci, volontari e simpatizzanti, ma intende contribuire ad informare la comunità LGBT cittadina e tutte le persone che considerano i diritti civili al centro della politica e della cittadinanza, in modo che sia possibile scegliere con consapevolezza a chi dare il proprio voto.

Per questo motivo, in collaborazione con l’associazione UAAR Palermo e con il Palermo Pride, come 5 anni fa, l’associazione intraprenderà un percorso di sensibilizzazione e di conoscenza dei programmi dei candidati.

Continua a leggere