8 giugno: Tutti i generi del fumetto: i supereroi Lgbt e altre storie di cultura nerd

tutti i generi del fumetto.jpg

Arcigay Palermo e il Palermo Pride presentano: “Tutti i generi del fumetto: i supereroi Lgbt e altre storie di cultura nerd” con Giopota, sabato 8 giugno alle 19.30 ad Una Marina di libri (Orto Botanico, fontana della Vasca delle Ninfee)

Una conversazione sull’anima Lgbt+ della Nona Arte e sulla cultura nerd in generale. Il fumetto e le sue parentele con l’immaginario televisivo e cinematografico viene esplorato attraverso i suoi generi mentre temi e identità umana e sessuale vengono filtrati dagli archetipi narrativi. I punti di snodo sono i supereroi, le loro declinazioni Lgbt+ e la gente comune, il politicamente corretto, i vecchi tabù, la resistenza di un fandom conservatore e l’avanzata di scelte sempre più inclusive, il rapporto tra mosse commerciali e mutamenti sociali, la commedia e il dramma.

Intervengono:

  • Giopota, fumettista e disegnatore (“Un anno senza te”, “Bocca a forma di cuore”)
  • Filippo Messina, youtuber e presidente dell’associazione culturale Altroquando di Salvatore Rizzuto Adelfio
  • Michele Costagliola, cosplayer e bearded drag queen La MiK

    Introduce Daniela Tomasino, Arcigay Palermo e portavoce del Palermo Pride

Annunci

1 giugno: Bitches go to the SQFF

bitches

Bitches go to the SQFF.
Incontro con il movimento per i diritti di/delle sex worker. Cre.zi.plus (Pad. 10 e 11 dei Cantieri Culturali alla Zisa), sabato 1 giugno, ore 18.30.

Al Sicilia Queer FilmFest, per “Letterature queer”, un confronto sul sex work tra autodeterminazione, criminalizzazione e stigma. Sex work is work? Quali sono i desideri e le speranze delle lavoratrici e dei lavoratori del sesso? Quali i rapporti tra il movimento dei diritti delle/dei sex worker con il movimento LGBT+ e il movimento femminista?

Interverranno:

  • Pia Covre, attivista del Comitato dei diritti civili delle prostitute;
  •  Ethan Bonali, blogger, saggista, attivista per il diritto all’autodeterminazione delle persone gender variant e per i diritti nel sexwork
  • Rafaela Pascoal, PhD on Human Rights, Assegnista di ricerca dipartimento culture e societå Unipa

Introduce Daniela Tomasino, portavoce del Palermo Pride

Incontro realizzato in collaborazione con il Palermo Pride e con Arcigay Palermo per il Sicilia Queer FilmFest

WCF: bandiera rainbow al Comune di Palermo

PALERMO CHIAMA VERONA:
Insieme alla bandiera italiana, a quella siciliana ed a quella dell’Unione Europea, da oggi a palazzo delle Aquile, sede del Comune di Palermo, svetta una bandiera rainbow, ad affermare il dovere delle istituzioni di schierarsi sempre a difesa dei diritti umani e civili, contro il tentativo di minacciare la libertà e l’autodeterminazione delle donne, delle persone LGBT+, di tutti.

La bandiera arcobaleno, simbolo dei diritti LGBT+ e della bellezza delle differenze, è una risposta al Congresso “delle Famiglie” che si è aperto oggi a Verona.

IMG_20190329_153238_1.jpg
Continua a leggere

13 Febbraio: Non c’è fede che tenga

MERCOLEDÌ 13 FEBBRAIO 2019 DALLE ORE 18:00
Non c’è fede che tenga

laFeltrinelli Libri e Musica (Via Cavour, 133)

Viviamo in società disomogenee dal punto di vista etnico, religioso e culturale. Quale è la strada da percorrere per una convivenza capace di ospitare la disomogeneità senza violarla?

Ce lo dice Cinzia Sciuto, autrice di Non c’è fede che tenga (Feltrinelli). Partecipano Daniela Tomasino (onsigliera nazionale Arcigay) e Giorgio Maone (coordinatore UAAR Sicilia).

17 settembre: Le politiche per l’accoglienza dei migranti LGBTI in Italia

Lunedì 17 settembre

Aula magna Facoltà di Lettere e Filosofia (edificio 12),viale delle Scienze, Palermo 

1537105336074_Locandina Convegno DEFINITIVA.jpg

La Migration è l’unico servizio di ascolto, accoglienza e consulenza per migranti LGBTI (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e intersessuali) della Sicilia, e uno dei pochissimi in Italia. Promosso e gestito da Arcigay Palermo, è attivo dal 2011.

Il servizio principale dello sportello consiste nel fornire un sostegno ben strutturato, complesso e articolato ai migranti LGBTI, che vengono discriminati sia per la provenienza geografico-culturale, sia per l’orientamento sessuale o per l’identità di genere. Nella pratica, il sostegno offerto al migrante LGBTI si articola in attività di consulenza psicologica, attività di consulenza legale per richiedenti asilo (ma non solo), e in attività di accoglienza e punto di riferimento per i migranti. Dal 2015 il servizio riceve il sostegno dell’Otto per mille della Chiesa Valdese.
Le attività dello sportello sono realizzate a titolo di volontariato da un gruppo di esperti di migrazione e da mediatori culturali e linguistici di varie provenienze geografiche.

Il 17 settembre La Migration promuove un incontro per fare il punto sulle politiche e sulle pratiche per l’accoglienza dei migranti LGBTI in Italia, a partire proprio dall’esperienza di lavoro nel territorio degli operatori del servizio, con interventi e  testimonianze di rappresentanti delle istituzioni, di migranti, esperti ed operatori.
Contestualmente, sarà presentata la pubblicazione de La Migration: un manuale sintetico, rivolto ad operatori e stakeholders, che illustra pratiche, caratteristiche e difficoltà dei servizi per migranti LGBTI, realizzato grazie al contributo dell’Otto per mille Valdese.

29 giugno: La viralità dell’odio

IMG-20180623-WA0031

“La viralità dell’odio. come difendersi dalla violenza ai tempi dei social”, un incontro nell’ambito di “Palermo Pride suona – L’orgoglio in piazza”, avrà luogo venerdì 29 giugno alle 17.30 al Teatro Garibaldi, quartier generale di Manifesta12.

Al centro dell’incontro l’odio: diventato in questi ultimi anni un tema politico, una modalità relazionale, una presenza costante nei social network.

Intervengono: Cathy La Torre, avvocata (Gaylex, MIT – Movimento di Identità Transgender), Marco Carnabuci, avvocato (responsabile del servizio consulenza legale di Arcigay Palermo), Beatrice Lindiner (Rete degli Studenti Medi), Luigi Carollo (Palermo Pride), Daniela Tomasino (Palermo Pride).

Aderisci alla lettera delle lesbiche italiane, stanche dall’ideologia sulla GPA

Pubblichiamo il testo integrale dell’intervento apparso su “Il Manifesto” il 18 maggio e firmato, per ora, da oltre 100 donne lesbiche. Perché sia chiaro che chi dichiara di rappresentare tutte lesbiche rappresenta in realtà solo sé stessa.

Puoi ancora firmare, ad esempio mandando un’email a palermo@arcigay.it


Facciamo parte di una rete di lesbiche stanche. Devastate da un anno e mezzo di insistente e imposta emersione, nel nostro movimento, di un unico tema: la gestazione per altri (Gpa), che alcune chiamano con spregio “utero in affitto”. È l’obbiettivo polemico di concioni espresse spesso in un linguaggio sprezzante, condito di una retorica ottocentesca sul materno, da parte di un femminismo lesbico che si autodefinisce radicale, la cui critica al neoliberismo ha come sede centrale, e vorremmo dire unica, la crociata contro la Gpa. A noi pare evidente la sempre maggiore convergenza fra queste posizioni e il linguaggio e gli scopi della destra familista Salvini-Meloni: la Gpa sarebbe la Matrice da cui deriva ogni possibile Male, ogni sfruttamento delle donne, viste ovviamente solo come ricettacolo di Maternità. Continua a leggere

12 maggio: “Orientamento sessuale e identità di genere” da Moltivolti

Le persone GLBT costituiscono ancora oggi nel nostro Paese una minoranza stigmatizzata e socialmente penalizzata. I professionisti della relazione d’aiuto dovrebbero promuovere e sostenere la tutela dei loro diritti. Perché ciò avvenga è però necessario che si diffonda una migliore e più profonda conoscenza delle tematiche GLBT, che sgombri finalmente il campo da stereotipi, preconcetti e falsi miti.  libro di benedetto madonia
Con questo intento, affatto inedito per il servizio sociale italiano, l’autore, partendo da alcune teorie di giustizia sociale, dà una definizione di orientamento sessuale e identità di genere e spiega la genesi culturale dello stigma e dell’omofobia. Sostenendo lo sviluppo, anche in Italia, di un intervento sociale anti oppressivo e critico, fornisce quindi una serie di preziose indicazioni e di buone prassi per orientare la relazione d’aiuto, maturate dall’ascolto di alcuni testimoni privilegiati.

Scritto con notevole chiarezza e viva partecipazione, il libro si rivolge non solo agli addetti ai lavori, ma anche, in generale, a chiunque abbia a cuore la promozione di diritti civili e politiche sociali più inclusive.

Sabato 12 maggio, alle 17.30, da Moltivolti (Via M.Puglia n.21, vicino il Liceo B. Croce) ne discuteranno con l’autore, Giuseppe Burgio, professore associato di pedagogia generale e sociale all’università di Enna “Kore” e Vicedirettore del CIRQUE – Centro Interuniversitario di Ricerca Queer – e Daniela Tomasino, Attivista per i diritti umani, ex presidente di Arcigay Palermo.
La presentazione è realizzata in collaborazione con Arcigay Palermo.

8 giugno: “ho molti amici gay”

ho molti amici gay
Il Palermo Pride è orgoglioso di invitarvi, in occasione de “Una marina di libri” , alla presentazione del libro Ho molti amici gay – La crociata omofoba della politica italiana
di Filippo Maria Battaglia, Ed. Bollati Boringhieri
Ne discuteranno con l’autore Davide Camarrone, Luigi Carollo e Daniela Tomasino.

L’appuntamento è per l’8 giugno alle 21.00 al Gymnsium dell’Orto Botanico.

Continua a leggere

1 maggio: arcigay all’Opp Festival

opp festival

Il 1 maggio alle 12.30 saremo presenti all’Opp Festival  – Energie U18, organizzato dalla farm Cultural Park di Favara: sul main stage un talk sul coming out con Daniela Tomasino.

L’OPP Festival – Energie U18 è un festival progettato da e per adolescenti, una grande festa, sui temi della creatività, della partecipazione e dell’innovazione sociale. 

Tra le installazioni e le opere in mostra, Coming Out di Luigi Gariglio in collaborazione con Arcigay Palermo presso Farm XL.