Il Comune di Palermo premia Arcigay

Il Comune di Palermo stamattina ha premiato Arcigay Palermo, conferendo all’associazione la Tessera preziosa del Mosaico Palermo. mosaico Palermo 1

A Palazzo delle Aquile, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha premiato Arcigay Palermo per la promozione e la difesa dei diritti umani e civili, per la lotta all’omofobia, all’eterosessismo, al pregiudizio e alla discriminazione, per l’impegno nella realizzazione della pari dignità e delle pari opportunità tra individui a prescindere dall’orientamento sessuale, dall’identità di genere e di ogni altra condizione. All’associazione è stato conferito il riconoscimento della Tessera preziosa del mosaico Palermo.

La cerimonia è stata aperta al pubblico e a ritirare il premio la presidente Ana Maria Vasile insieme a Massimo Milani, uno dei fondatori dell’associazione nel 1980 alla presenza di una delegazione di soci, volontari e cittadini.

Continua a leggere

Arcigay e le amministrative 2017

Le elezioni per il rinnovo del consiglio comunale, del sindaco e dei consigli di circoscrizione a Palermo si svolgeranno domenica 11 giugno.

L’eventuale turno di ballottaggio per l’elezione diretta dei sindaci avrà luogo domenica 25 giugno.
Arcigay Palermo non dà alcuna indicazione di voto a soci, volontari e simpatizzanti, ma intende contribuire ad informare la comunità LGBT cittadina e tutte le persone che considerano i diritti civili al centro della politica e della cittadinanza, in modo che sia possibile scegliere con consapevolezza a chi dare il proprio voto.

Per questo motivo, in collaborazione con l’associazione UAAR Palermo e con il Palermo Pride, come 5 anni fa, l’associazione intraprenderà un percorso di sensibilizzazione e di conoscenza dei programmi dei candidati.

Continua a leggere

#SVEGLIATITALIA: 5.000 persone in piazza a Palermo per la piena uguaglianza

12622279_835067166602650_2131604973890639356_oSabato 23 gennaio si è svolta SVEGLIA PALERMO!, manifestazione nell’ambito della mobilitazione nazionale #SVEGLIATITALIA che ha contato un milione di persone nelle cento piazze italiane. A piazza Verdi a Palermo si sono contate fino a 5.000 persone che alle 18.00, accompagnati dal suono delle sveglie, hanno gridato il loro invito al parlamento italiano a legiferare al più presto per codificare i diritti delle persone omosessuale e transessuali. L’Italia è rimasta, infatti, fanalino di coda in Europa nel riconoscimento dei diritti delle persone LGBTI.
12628503_835058536603513_2628465197704220252_o<<Questa settimana comincia il dibattito al Senato sulla legge per le unioni civili. Siamo scesi in piazza a Palermo – ha dichiarato Mirko Pace, presidente di Arcigay Palermo – aderendo alla mobilitazione nazionale ma rivendicando con forza quello che per noi è il minimo: una legge contro l’omo/transfobia che preveda interventi educativi nelle scuole, una legge sul matrimonio egualitario e il riconoscimento del diritto alla genitorialità per tutte e tutti, quindi adozioni e accesso alle tecniche di riproduzione assistita per single e coppie omosessuali.>>

Continua a leggere

#SVEGLIAPALERMO! 23 gennaio ore 16.30 piazza Verdi

#SvegliatiItalia è una mobilitazione nazionale che, da Aosta a Siracusa, si svolgerà il 23 gennaio in quasi 90 città italiane e in 7 ambasciate (Londra, Francoforte, Monaco, Berlino, Copenaghen, Dublino, Limerick: qui tutte le piazze) per dare forza al traguardo dell’uguaglianza: in vista della discussione al Senato del ddl sulle unioni civili, le associazioni nazionali LGBT (Arcigay, ArciLesbica, Agedo, Famiglie Arcobaleno, Mit – Movimento Identità Transessuale) si preparano a mettere in campo una mobilitazione capillare nelle principali piazze del Paese. Inoltre, nei giorni caldi della discussione a Palazzo Madama, cioè dal prossimo 28 gennaio, è previsto un presidio nei pressi del Senato, per testimoniare l’attenzione e l’apprensione per il dibattito in corso.

svegliati italia locandinaMa le rivendicazioni del movimento LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Trans) italiano non si fermano alle unioni civili:  legge contro omofobia e transfobia, matrimonio egualitario, accesso a adozioni e fecondazione assistita senza discriminazioni, depatologizzazione del transessualismo.
E’ su questi temi che si realizza la piena parità delle persone LGBT.
A Palermo la mobilitazione si svolgerà il 23 gennaio alle ore 16.30 in piazza Verdi (teatro Massimo), ed ha già raccolto le adesioni della Giunta del Comune di Palermo, Fond
azione Teatro Massimo, Amnesty Italia, Coordinamento Palermo Pride, Arci Palermo e di molti altri, in un elenco in continuo aggiornamento.

Continua a leggere

6 gennaio: Tu Cher dalle stelle

“TU CHER DALLE STELLE” di Matteo B.Bianchi, una favola di Natale moderna che affronta gli stereotipi di genere in modo ironico e profondo.
Vi aspettiamo mercoledì 06 gennaio alle 18.30 presso l’ex Noviziato dei Crociferi, in Via Torremuzza 20.
Ingresso Libero.prove_1

Arcigay Palermo realizza per gli spettatori palermitani uno spettacolo che, nel giorno della Befana, mette insieme diritti e cultura: un racconto sull’innocenza dell’infanzia, la normalità dei desideri e l’ipocrisia moralista del mondo degli adulti, la bellezza delle differenze. Continua a leggere

Unioni civili a Palermo: la procedura per iscriversi

A circa due anni dall’istituzione, le coppie che si sono iscritte al registro delle unioni civili al comune di Palermo sono oltre 40.

A differenza di altri registri, di utilità sopratutto simbolica, nel comune di Palermo l’iscrizione, sotto forma di autocertificazione, permette l’accesso a diversi servizi in materia di diritto alla casa, Sanità e Servizi Sociali, Politica per giovani e genitori anziani, sport e tempo libero, formazione, scuola e servizi educativi, diritti e partecipazione, trasporti, oltre che influire sulle tasse locali (cfr. ad es. il regolamento sulla TARI, art. 11.3).emblema_comune_fondorosso

In attesa di una legge nazionale sulle unioni civili e sul matrimonio per tutti, che nonostante le promesse tarda ad essere approvata, sono gli enti pubblici locali a garantire, per quanto di loro competenza, la parità di diritti per le famiglie.

Possono essere iscritti nel Registro i cittadini italiani e stranieri coabitanti e residenti nel Comune di Palermo.
Le iscrizioni avvengono presso la Segreteria generale a Palazzo delle Aquile che osserverà l’apertura al pubblico tre volte a settimana, il martedì e giovedì mattina e il mercoledì pomeriggio.
Il modulo per l’iscrizione è disponibile nel sito del Comune di Palermo.
Per informazioni: unionicivili@comune.palermo.it, tel. 0917403731 – 0917403732

Regina José Galindo, a Palermo con Raices ed Estoy Viva dal 23 aprile

RJG_social_copertina_censored-01Regina José Galindo, tra le più importanti artiste contemporanee e performer internazionali, vincitrice del Leone d’Oro alla 51° Biennale di Venezia come migliore giovane artista, il 23 Aprile presenta all’Orto Botanico il suo nuovo progetto di performance, Raíces, appositamente ideato per la città di Palermo.

Il giorno successivo, il 24 Aprile, Galindo sarà presente all’inaugurazione della mostra Estoy Viva al ZAC, nei Cantieri Culturali della Zisa, con una nuova veste rispetto alla recente esposizione milanese al PAC e diverse opere mai presentate in Italia: si tratta della più ampia mostra antologica dell’artista finora realizzata.

L’iniziativa è promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Palermo e da Arcigay Palermo, in collaborazione con il Palermo Pride, l’assessorato alla Cultura del Comune Di Milano e il Padiglione D’Arte Contemporanea (PAC). L’ideazione e il coordinamento progettuale sono di Antonio Leone, l’organizzazione di ruber.contemporanea.

La performance di Galindo segna l’inaugurazione della stagione del Palermo Pride 2015, un appuntamento ormai consacrato come elemento caratterizzante dell’identità di Palermo, e rinnova un rapporto tra Arcigay, il Pride e l’arte contemporanea che negli ultimi anni ha visto i contributi di numerosi artisti.
Continua a leggere

Arcigay Palermo querela il consigliere Figuccia

Arcigay Palermo, tramite l’avvocato dell’associazione Marco Carnabuci, ha depositato stamattina una querela contro Angelo Figuccia, il consigliere comunale per le dichiarazioni rilasciate in occasione di un’intervista pubblicata on line su “Il Fatto Quotidiano“. Nell’intervista il sig. Figuccia dichiara che l’omosessualità è una malattia ed esprime avversione e ostilità verso le persone omosessuali mediante il dileggio pubblico e l’offesa. 

Il reato ipotizzabile è pertanto quello di diffamazione a mezzo stampa.

Zanele Muholi per il Palermo pride 2013

pp13_mostramuholi_manifesto (1)Zanele Muholi – ContemporaryVisual ARTIvist

Opening: Venerdì 18 gennaio ore 17.30

Palazzo Ziino, Palermo
18 Gennaio – 17 Febbraio 2013

Zanele Muholi, artista sudafricana nera lesbica coniuga la produzione artistica con I’impegno politico, dando vita a quello che lei stessa definisce “attivismo visuale”: le sue fotografie producono immaginario, dando visibilità ai corpi lesbici, dando volto alla comunità nera di lesbiche, gay, bisessuali, trans e intersex. (LGBTI) in Sudafrica, combattendo razzismo, sessismo, patriarcato e violenza degli uomini contro le donne. Continua a leggere

Contro tutti i razzismi il Blow Up è sempre aperto

Il Blow Up è un’associazione culturale nata nel 2000 con l’intento di modificare il modo di vivere gli spazi di aggregazione giovanile.
In questi 12 anni abbiano organizzato ed ospitato centinaia di iniziative e servizi di impegno sociale, animazione culturale, politica e partecipazione dal basso in piazza Sant’Anna, contribuendo alla riqualificazione ed al recupero di un pezzo  del centro storico, che negli ultimi anni è diventato uno spazio riservato al parcheggio selvaggio ed al deposito di rifiuti.

Domani, 21 marzo, il circolo Arci Blow Up ospiterà gli eventi della giornata internazionale contro tutti i razzismi. Continua a leggere