Vladimir Luxuria rilasciata dalla polizia russa

Vladimir Luxuria, attivista del Movimento LGBTI, ex parlamentare del Parlamento italiano, madrina del Palermo Pride e nostra amica e compagna è stata fermata dalla polizia a Sochi (Russia) con l’accusa di Propaganda Gay. La sua colpa? Quella di avere esposto un simbolo di libertà in pubblico, una bandiera arcobaleno.
La legge contro la “propaganda gay” vieta alle persone LGBTI (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Trans* e Intersessuali) di esprimere il proprio orientamento sessuale in pubblico, in contrasto con i principi della libertà d’espressione che stanno alla base di un sistema di governo che possa definirsi democratico.

Continua a leggere

Settembre di protesta: l’8 settembre davanti al consolato russo

A settembre, dopo la breve pausa estiva, ricominciano le attività delle associazioni. Sarà un autunno caldo, un autunno di mobilitazione e proteste per la legge anti-omofobia in discussione al Parlamento italiano e contro le leggi anti-lgbt russe.

Iniziamo l’8 settembre alle 15.00, unendoci al kiss-in globale, davanti al consolato russo di Viale Orfeo, 18 (Mondello).

Vi aspettiamo!putin 8 settembre

In Russia è proibita la “propaganda gay”, ovvero qualsiasi manifestazione pubblica del proprio orientamento sessuale. Da diversi mesi si segnala un aumento delle aggressioni nei confronti degli omosessuali, che vengono picchiati e ridicolizzati, spesso davanti a telecamere, e spesso da parte di militari o di neonazisti. La situazione peggiora, e da parte delle nazioni europee si è levata solo qualche debole voce di protesta.

Evento su facebook

Mobilitazione contro la legge russa anti-lgbt

Stamane una delegazione di manifestanti delle diverse associazioni palermitane, che hanno promosso un sit-in davanti al Consolato della Federazione Russa per protestare contro le leggi omofobiche del governo Putin, è stata ricevuta dal console russo Vladimir Korotkov a Palermo. Presenti all’incontro Titti De Simone, coordinatrice Palermo Pride e Daniela Tomasino presidente di Arcigay Palermo, insieme a Francesco Lupo del Movimento 5 Stelle, Lorena Lo Bianco di Patchwork Udu e Fabrizio Pitarresi di Uniattiva.

DSC_0192

 

Continua a leggere