Bollettino di guerra: 10-17 ottobre 2009

• U.S.A., 10 ottobre: le aggressioni ai gay saranno reati federali

• Roma, 12 ottobre: Un gruppo di ragazzi di estrema destra picchiano due omosessuali in centro

• Canicattì, 13 ottobre: due ragazzi gay aggrediti all’uscita da scuola

• Padova, 13 ottobre: due lesbiche aggredite perché si baciavano per strada

• Roma, 13 ottobre: 285 deputati votano a favore di una pregiudiziale di costituzionalità che equipara l’espressione “orientamento sessuale” a “incesto, pedofilia, zoofilia, sadismo, masochismo e qualsiasi altro genere di scelta sessuale”, bocciando la legge Concia che puntava a introdurre nel Codice Penale l’aggravante per i reati commessi in ragione dell’orientamento sessuale della vittima

• Roma, 15 ottobre: una trans investita da un’automobile

• Napoli, 16 ottobre: docente gay minacciato con un coltello in metropolitana

• Roma, 17 ottobre: 4 gay aggrediti con una mazza da baseball all’uscita di un locale LGBT

…to be continued

In Europa: Unione Europea – Carta dei diritti fondamentali approvata al vertice di Nizza il 7 dicembre 2000

Art. 21. Non discriminazione
1. È vietata qualsiasi forma di discriminazione fondata, in particolare, sul sesso, la razza, il colore della pelle o l’origine etnica o sociale, le caratteristiche genetiche, la lingua, la religione o le convinzioni personali, le opinioni politiche o di qualsiasi altra natura, l’appartenenza ad una minoranza nazionale, il patrimonio, la nascita, gli handicap, l’età o le tendenze sessuali.

——-

In italia: L . 205/93 ( “Legge Mancino”)

è punito:
con la reclusione sino a tre anni chi diffonde in qualsiasi modo idee fondate sulla superiorità o sull’odio razziale o etnico, ovvero incita a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi;

Che fine hanno fatto l’orientamento sessuale e l’identità di genere?

Vogliamo l’estensione della Legge Mancino subito.

Annunci

Palermo, 18 settembre 2009: in corteo contro l’omofobia

Palermo in corteo contro l'omofobia

In riposta all’ondata di violenza omofobica,  Agedo Palermo, Articolo Tre ed Arcigay Palermo, hanno indetto un presidio davanti alla
Prefettura il 2 settembre, chiedendo un incontro con il Prefetto e con le istituzioni.
In seguito a questo presidio è stato indetto un corteo che partirà da piazza Sant’Oliva (storico luogo di aggregazione LGBT) per arrivare fino a piazza Pretoria, alla sede del  Comune, una delle istituzioni a cui chiediamo risposte. Continua a leggere

18 settembre: Palermo in corteo contro l’omofobia

Lunedì 7 settembre, come molti di voi sapranno, si è svolta un’assemblea organizzativa, organizzata da Articolo3, Arcigay Palermo e Agedo.
Lo scopo dell’assemblea era quello di invitare le associazioni ed i partiti ad organizzare insieme la giornata di mobilitazione contro le violenze omofobiche, prevista per il 18 settembre (in contemporanea con Catania). Continua a leggere