Il “gender”: on line le guide della SIPSIS

Vi segnaliamo un’eccellente guida sul “gender”, oggetto nei mesi scorsi di una campagna capillare, tanto velenosa quanto falsa. La guida è scritta da Federico Ferrari Enrico M. Ragaglia Paolo Rigliano in collaborazione con SIPSISSocietà Italiana di Psicoterapia per lo Studio delle Identità Sessuali. Per scaricarla basta cliccare qui
gender_cos__c3a8_e_cosa_non_c3a8-244x300
Sempre la SIPSIS mette a disposizione gratuitamente una guida divulgativa, concisa e comprensibile anche da “non addetti ai lavori”. Per scaricarla, basta cliccare qui

STOP OMOFOBIA A SCUOLA: firma anche tu!

“Le scuole devono essere luoghi sicuri, devono combattere gli atteggiamenti discriminatori, creare comunità accoglienti, costruire una società inclusiva e permettere l’Educazione per Tutti.” (UNESCO 1994).

La scuola pubblica, così come è stata delineata dalla nostra Costituzione, rappresenta il luogo privilegiato in cui riconoscere il diritto di tutti ad essere sostenuti nel cammino verso “il pieno sviluppo della persona umana”, attraverso la rimozione degli “ostacoli di ordine economico e sociale”, che limitano di fatto “la libertà e l’uguaglianza dei cittadini”.

Purtroppo in Italia per molti ragazzi e molte ragazze gay, lesbiche, bisessuali e transessuali, ma anche per le persone a loro vicino come figli, parenstopOmofobiati e amici, la scuola può rappresentare il luogo in cui essere esposti all’insulto, alla derisione, all’isolamento, al bullismo; con gravi conseguenze, anche irreversibili, sul piano educativo ed esistenziale (sono oltre 100.000 le vittime di bullismo omofobico per anno scolastico in Italia). 

Da anni le Associazioni proponenti sono impegnate per prevenire e contrastare questi fenomeni, purtroppo in questi ultimi tempi sembra essersi acceso un fuoco incrociato su chi sta cercando di costruire un clima sociale di rispetto per la dignità delle persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali. Queste campagne delegittimano e colpiscono giovani e adolescenti.

Di fronte a questa grave situazione chiediamo di aderire al nostro appello affinché la scuola pubblica e laica, nata dalla nostra Costituzione, sia una scuola inclusiva e aperta.

Continua a leggere

20 dicembre: si conclude “Il genere, luogo precario”

Si avvia alla conclusione “Il Genere, luogo precario“, la manifestazione organizzata da Arcigay Palermo nell’ambito del progetto DJ a palazzo Branciforte sull’identità di genere, che porta Palermo al centro del dibattito nazionale sul genere e sulle discriminazioni su di esso basate.
VIEL-locandina-20-dicembre
Dall’identità di genere all’intersessualità, dalle politiche italiane di contrasto ad omofobia e discriminazioni basate sull’identità di genere: sono previsti confronti con ospiti come l’artista concettuale Cesare Viel, l’attivista intersessuale tedesca Lucie Veith che ha portato la Germania al riconoscimento del terzo sesso, il sottosegretario Davide Faraone, l’on.Giovanna Martelli, Michele Formisano, segretario di Nps Italia Onlus e presidente di Tgenus, Paolo Patanè, coordinatore del Palermo Pride, Giovanni Puglisi, presidente Fondazione Sicilia e l’avvocato Antonio Rotelli di Rete Lenford.

SABATO 20 DICEMBRE – PROGRAMMA 

palazzo Branciforte, via bara all’Olivella, 2

Ore 10.00: Convegno: “Intersessualità e politiche di contrasto ad omofobia e transfobia”

Continua a leggere

19 dicembre: “Il genere, luogo precario” con Cesare Viel e Paola Nicita

Venerdì 19 dicembre, ore 18.00
“Indagini sul genere”: discussione con l’artista Cesare Viel e Paola Nicita, storica dell’arte e curatrice. Proiezione dei lavori video dell’artista: “La partita di pallone” (2001), realizzato con Luca Vitone / “Domande d’identità” (1999) / “Androginia” (1994)

Palazzo Branciforte, via Via Bara all’Olivella, 2

 

Prosegue la manifestazione “Il genere, luogo precario“, organizzata da Arcigay Palermo nell’ambito del progetto DJ dal 17 al 20 dicembre.

Al centro della manifestazione il concetto di “genere”, declinato nelle sue varie forme dal punto di vista filosofico, artistico, politico, sociologico. Una categoria culturale su cui si basa il pregiudizio, e che è necessario riuscire ad analizzare e a smontare proprio per combattere pregiudizi e discriminazione. Un concetto che è stato, negli ultimi mesi, al centro di manifestazioni di intolleranza da parte dell’estrema destra, che ne travisa il senso in modo strumentale.

Venerdì alle ore 18.00 un talk con Cesare Viel, artista neoconcettuale che ha messo la riflessione sull’identità di genere al centro della sua poetica, intervistato da Paola Nicita, storica dell’arte e curatrice; una performance dello stesso Viel, “Virginia ai panni vecchi” chiuderà l’ultima giornata della manifestazione, il 20 dicembre, nello Spazio Monte Santa Rosalia di palazzo Branciforte, luogo suggestivo e poco conosciuto.

“Il genere, luogo precario”: 3 giorni di eventi a Palermo

Dal 17 al 20 dicembre, “Il genere, luogo precario“: per la prima volta a Palermo, 3 giorni di incontri, eventi e dibattiti per riflettere sul tema dell’identità di genere e sui gender studies, nella prestigiosa sede di Palazzo Branciforte.

Una manifestazione straordinaria organizzata da Arcigay Palermo che coinvolge arte, letteratura, politica, sociologia. Dall’identità di genere all’intersessualità, dalle politiche italiane di contrasto ad omofobia e discriminazioni basate sull’identità di genere: ne parleremo con ospiti come l’artista concettuale Cesare Viel, l’attivista intersessuale tedesca Lucie Veith, il sottosegretario Davide Faraone, l’on.Giovanna Martelli, Michele Formisano, segretario di Nps Italia Onlus e presidente di Tgenus, Giulia de Spuches dell’Università di Palermo, Federico Zappino, dell’Università di Sassari, Paolo Patanè, coordinatore del Palermo Pride, Paola Nicita, storica dell’arte, Giovanni Puglisi, presidente Fondazione Sicilia e l’avvocato Antonio Rotelli.

Il genere, luogo precario (titolo del saggio introduttivo a “Fare e disfare il genere”, a curVIEL-locandina-20-dicembrea di Federico Zappino) è una manifestazione realizzata nell’ambito del progetto DJ, che si svolgerà nella prestigiosa sede di Palazzo Branciforte, uno storico palazzo della fine del XVI secolo, restaurato da Gae Aulenti, sede della Fondazione Sicilia.

 

Continua a leggere

21 dicembre: “Resto Umano”

Nps Sicilia ed Arcigay Palermo sono lieti di invitarvi alla presentazione del libro “Resto umano. Storia vera di un uomo che non si è mai sentito donna” (Chinaski Edizioni, Giugno 2014), di Anna Paola Lacatena.

Domenica 21 dicembre alle ore 10.30 presso Diaria in via Venezia 61.

Interverranno: Gianfranco Scavuzzo, del direttivo di Arcigay Palermo, Teresa Riccobono, Francesca Guajana.

Sarà presente Michele Formisano, segretario di Nps Italia Onlus e presidente di Tgenus, a Palermo per “il genere, luogo precario” e protagonista del libro.

Continua a leggere

L’identità di genere ovvero del suo silenzioso ingresso nell’ordinamento nazionale italiano

Riceviamo e pubblichiamo un articolo di Dimitri Lioi su una novità dell’ordinamento italiano passata in sordina: l’introduzione della nozione di “identità di genere”.

 

L’identità di genere ovvero del suo silenzioso ingresso nell’ordinamento nazionale italiano

E’ passata quasi del tutto in sordina una recente e assoluta novità normativa in materia di diritti per le persone lgbti, in particolare per le persone transessuali e transgender, foriera di concrete conseguenze positive (oggi soltanto intuibili).

Per la prima volta, infatti, la nozione di “identità di genere” (comunemente intesa quale percezione sessuata di sé rispetto al sesso biologico di appartenenza) è stata sussunta a livello normativo in un provvedimento nazionale avente forza di legge.

Il decreto legislativo n. 18 del 21.02.2014, entrato in vigore lo scorso 22 marzo, ha introdotto nel nostro ordinamento alcune norme sull’attuazione della direttiva UE in materia di attribuzione della protezione internazionale per cittadini stranieri o per apolidi e di status per i rifugiati o per i beneficiari della protezione sussidiaria.

Continua a leggere