Amministrative 2017: “siciliani liberi” contro Pride ed Arcigay

Il 19 maggio l’Ansa rende nota una dichiarazione di Lomonte contro il Palermo Pride, definito come “una carnevalata odiosa e offensiva”, a cui da sindaco non concederebbe il patrocinio. Non contenti di quest’affermazione offensiva nei confronti di migliaia di persone, il giorno dopo il vicesindaco designato dalla lista “siciliani liberi” rincara la dose, scrivendo nella sua bacheca facebook che  “a difendere i diritti dei gay, c’è l’arcigay o certa sinistra “giustocatanese” […] Una cosa ho capito: la maggior parte di queste realtà, ormai è risaputo, campano da nababbi proprio grazie alle battaglie che strumentalizzano”.

Nel programma, estremamente sintetico, della lista, nessun riferimento a diritti umani, diritti sociali, rispetto delle differenze o della laicità. Viceversa, il pieghevole del programma si apre con un criptico “ripristinando l’identità di manifestazioni come il Festino di S. Rosalia.“. Una speranza potrebbe venire dal punto successivo “Le famiglie al centro della politica comunale, riducendo la pressione fiscale specialmente per chi mette al mondo figli”, ma l’entusiastica partecipazione di Lo Monte a un incontro “per la difesa della famiglia tradizionale” organizzato dal sedicente omofobo Amato e dall’ex cantante Povia, fa capire che secondo il candidato esista un solo tipo di famiglia, e che tra queste non siano contemplate le famiglie arcobaleno.

 

Ecco il comunicato ANSA:

“Trovo che il Gay Pride sia una carnevalata odiosa e offensiva nei confronti degli omosessuali. Se dovessi diventare sindaco di Palermo toglierei il patrocinio del Comune”. Lo ha detto Ciro Lomonte, candidato sindaco di Palermo alle prossime amministrative per “I siciliani liberi” durante la registrazione della trasmissione “Sezione 13” che andrà in onda questa sera alle 21 sull’emittente tv Trm

Amministrative 2017: Antonino Martorana

La nostra costituzione e i nostri cuori ci dicono di difendere ogni cittadino italiano dalle discriminazioni di ogni genere.

È questo il sentimento che ci ha spinto alla scrittura della parte di programma Politiche Sociali, pagina 19
Combattere le discriminazioni basate dell’orientamento sessuale e sull’identitá di genere.
-Formare, informare, monitorare e sensibilizzare contro le violenze di genere.
Conoscere per capire. Creare un ambiente sicuro, al riparo di violenze, dell’esclusione sociale legati all’orientamento sessuale in concertazione con le associazioni LGBT
-Messa a disposizione gratuitamente spazi pubblicitari comunali per iniziative di sensibilizzazione per campagne contro L’omofobia e la violenza di genere.
-Promuovere e sostenere l’attivitá dei centri anti-violenza.

Continua a leggere

Amministrative 2017: Antonino Gaeta

Carissimi Amici e’ con grande piacere  che mi presento alla comunita’ LGBT.

Il Mio Nome e’ Antonino Gaeta, Artista, Presidente del Movimento Futurista Siciliano Contemporaneo.

Da circa 20 anni ,mi occupo principalmente di indagare il mondo della creativita’ e ultimamente qualcuno mi definisce: un animatore culturale . Definizione che non mi dispiace.Tutti dovremmo ricoprire un ruolo fondamentale nella nostra societa’,essere Animatori di qualunque cosa sia stimolo all’assopimento del nostro periodo storico.

Ogni presentazione che si rispetti dovrebbe partire con il dichiarare l’anno di nascita  e ,come si diceva una volta ,io appartengo alla classe ’76 .Si…ho quasi 42 anni ,nonostante sia rimasto un grande sognatore, ma sempre con i piedi per terra , perche’ ,cari amici ,i sogni si attuano calpestando la realta’ che ci criconda affrontandola.

Continua a leggere

Speciale amministrative 2017

In evidenza

Come annunciato, Arcigay Palermo, in collaborazione con UAAR Palermo e con il Coordinamento Palermo Pride, ha avviato un percorso di sensibilizzazione sui temi della laicità e del rispetto dei diritti umani nonché di informazione su programmi e candidati, in modo da aiutare gli elettori ad una scelta consapevole.

L’elezione diretta del sindaco di Palermo e del consiglio comunale, nonché dei consigli circoscrizionali si svolgerà domenica 11 giugno 2017.  L’eventuale turno di ballottaggio tra i due candidati più votati avrà luogo domenica 25 giugno.
In attesa della presentazione ufficiale delle liste, i candidati sindaco annunciati sono: Leoluca Orlando, Fabrizio Ferrandelli, Ciro Lo Monte, Ismaele La Vardera, Nadia Spallitta, Ugo Forello.

L’associazione sta organizzando un incontro tra i candidati sindaco, a cui sottoporrà delle domande, e sta raccogliendo le presentazioni dei candidati consiglieri comunali o di circoscrizione. Potete inviare i vs. contributi a palermo@arcigay.it.

Di seguito le presentazioni/dichiarazioni pervenute (in ordine cronologico).

I candidati:

 

Programmi e dichiarazioni:

Amministrative 2017: Masino Lombardo

Sono sempre stato vicino alla comunità LGBT, ed è per questo che aderisco all’iniziativa di Arcigay Palermo in vista delle prossime elezioni amministrative.
La mia proposta è l’apertura di una casa rifugio Arcobaleno contro le discriminazioni e per la promozione di nuova cittadinanza. Uno spazio per accogliere i tanti ragazzi che vengono allontanati dalle loro famiglie.

(segue comunicato stampa)

“Ragazzi e ragazze che possono vivere con serenità la loro identità di genere contando sull’appoggio dell’amministrazione e una casa Arcobaleno che possa garantire sicurezza, appoggio e sostegno a chiunque sia in difficoltà”.

Continua a leggere

Amministrative 2017: Gabriele Pedone

Sono Gabriele Pedone, ho 28 anni e sono nato e cresciuto a Palermo, mi candido come consigliere dell’Ottava Circoscrizione nella lista di Sinistra Comune.

La mia storia è legata alla militanza nelle associazioni studentesche, al movimento de l’Onda e a quella magnifica esperienza aggregativa, sociale e culturale che è stata a Palermo il Blow Up. Nonno materno contadino e dirigente comunista, padre di Lotta Continua e sindacalista, cresciuto a pane e uguaglianza, oggi faccio parte di un’associazione che si dedica alla raccolta di fondi per la ricerca oncologica e la cura dei tumori.

Continua a leggere

Amministrative 2017: Tony Pellicane

Mi preme fare una breve premessa…

Non ho una profonda conoscenza del mondo LGBT, per mia colpa, perche’ a volte preso da tanti altri impegni, personali e collettivi, mi rimane veramente tanto poco tempo per dedicarmi alla conoscenza di un mondo che comunque non ritengo parallelo ma assolutamente facente parte della vita di tutti noi.

Apprendo dal web che Arcigay raccogliera’ le dichiarazioni dei candidati consiglieri vicini alla comunità LGBT, io sinceramente non posso affermare di essere vicino alla comunita’ LGBT ma solo perche’ non ho una frequenza reale, poi non ho nessuna preclusione e nessun sentimento ostile, anzi, nutro una particolare simpatia per Uomini e Donne che popolano la comunita’ LGBT, per il loro assiduo impegno nel rivendicare il diritto alla vita…a prescindere dal proprio orientamento sessuale.
Continua a leggere

Amministrative 2017: Rosario Arcoleo

Iniziamo la pubblicazione delle dichiarazioni/presentazioni dei candidati delle elezioni comunali 2017

Ciao, sono Rosario Arcoleo, ho 35 anni e sono candidato per il Consiglio Comunale alle amministrative 2017, nella lista dei Democratici e Popolari.

Da sempre, attraverso la politica e come parte della società civile, ho seguito il percorso del Palermo Pride quale rivendicazione dei diritti LGBTI, con interesse, passione e partecipazione.
Sono convinto che il Palermo Pride, per le sue iniziative culturali soprattutto, stia perseguendo la strada più condivisibile per sollevare l’attenzione e sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema universale perchè investe la sfera dell’identità dell’essere umano.  Ad oggi la Città ha seguito un percorso di apertura della percezione collettiva e delle menti verso diritti che sono inalienabili.
La prima azione, cui vorrei contribuire da Consigliere Comunale, è il mantenimento del livello di consapevolezza e di partecipazione cittadina. Non è infatti da dare per scontato, in considerazione della continua emersione di tentativi di chiusura da parte di altri approcci culturali non tollerabili a mio parere, perchè si fondano sulla negazione e sulla discriminazione.
Quindi sostenere il mantenimento di quanto acquisito e la capacità di resilienza delle persone LGBTI e della comunità in generale rispetto ai tentativi di tornare indietro mi sembra basilare.
Una volta assodato questo, nella considerazione del fatto che l’istituto delle unioni civili costituisce solo un passo verso l’uguaglianza, sottoscrivo il mio impegno a proseguire in un percorso per l’ottenimento di uguali diritti e tutela universale per tutte le persone che vivono in città sia con attività legate al rafforzamento dello stato di diritto che con iniziative di supporto pratico ai movimenti che se ne occupano a seconda delle circostanze e intervenendo per l’incontro delle diverse visioni di cui ciascuna identità associativa o istituzionale sarà portatrice.

Arcigay e le amministrative 2017

Le elezioni per il rinnovo del consiglio comunale, del sindaco e dei consigli di circoscrizione a Palermo si svolgeranno domenica 11 giugno.

L’eventuale turno di ballottaggio per l’elezione diretta dei sindaci avrà luogo domenica 25 giugno.
Arcigay Palermo non dà alcuna indicazione di voto a soci, volontari e simpatizzanti, ma intende contribuire ad informare la comunità LGBT cittadina e tutte le persone che considerano i diritti civili al centro della politica e della cittadinanza, in modo che sia possibile scegliere con consapevolezza a chi dare il proprio voto.

Per questo motivo, in collaborazione con l’associazione UAAR Palermo e con il Palermo Pride, come 5 anni fa, l’associazione intraprenderà un percorso di sensibilizzazione e di conoscenza dei programmi dei candidati.

Continua a leggere