Coming out: la storia di Marco

Marco, 18 anni, Palermo. Il mio coming out ormai risale a tre anni fa. Era il 18 marzo 2014, ricordo quel giorno come se fosse ieri. Tante tante emozioni in un sol momento. Gli amici più stretti lo sapevano già da un po’, conoscenti e famiglia no. Devo ammettere di essere sempre stato uno a cui fregava ben poco sia degli altri che del loro parere e dei loro commenti. A settembre 2013 iniziai il liceo e da lì è sempre stato un crescendo di “libertà” e menefreghismo (nei confronti di ciò che mi circondava). Però ad un certo punto ho sentito il bisogno di rendere partecipi della mia vita (al 100%) amici, conoscenti, mamma, papà e il mio fratellino che all’epoca aveva 11 anni. Così, supportato in tutto e per tutto dalle mie migliori amiche, decisi di comunicare al mondo la mia vera natura.verde-fabrizio

Per fortuna non è cambiato nulla nella mia vita: gli amici più stretti sono rimasti sempre quelli, i commenti dietro le spalle continuavano ad esserci, ma mi andava bene così, anche perché io ero diventato ancora più forte e sicuro di quanto non lo fossi già. Momento fatidico: perché tutto il mondo si e la mia famiglia no? Cena, frittata, mi viene negato di andare a dormire da una mia amica “perché tu sei maschio, lei è una ragazza”. Non ci vedo più. Con tanta rabbia, determinazione, ma anche tanta tanta paura dentro di me, sputo la verità. Attimi di panico. Il mio cervello pensava troppe cose: da “ma che cavolo hai fatto?!” a “ok coraggio, il peggio è passato”. Silenzio. Al quale sono seguite lacrime da parte di tutti.

Continua a leggere

Annunci

18 settembre: assemblea dei soci

Domenica 18 settembre, alle ore 17.30 è convocata l’assemblea delle socie e dei soci del Comitato provinciale Arcigay Palermo, presso la sede in via Benedetto D’Acquisto, 30 (c/o Amnesty International), con il seguente ordine del giorno:

  1. aggiornamento stato dei progetti dell’associazione (bandi nazionali e beni confiscati);
  2. ideazione e organizzazione campagna Coming Out Day (11 ottobre);
  3. programmazione 2016-17;
  4. varie ed eventuali.

L’assemblea prevede un momento di confronto sul tema del coming out, funzionale all’organizzazione della campagna per il Coming Out Day.

Come di consueto, l’assemblea è aperta non solo ai soci, ma anche a simpatizzanti e interessati. Durante l’assemblea sarà possibile tesserarsi all’associazione.

Il valore del coming out

A 2 giorni dal coming out day, abbiamo chiesto a Roberto Oddo un contributo sul valore del dichiararsi. Eccolo, buona lettura!


Quando l’11 ottobre dl 1988 si celebrò il primo coming out day il sottoscritto, che aveva 13 anni e pure guardava già i bei ragazzi di sottecchi, mai avrebbe pensato a questa data come a qualcosa di significativo. La stessa formula di coming out day, a dire il vero, mi era del tutto estranea e a quel tempo avrei ritenuto una follia un anniversario simile. Anche quando, sei anni dopo, lasciai la ragazza con cui stavo e i miei genitori seppero di avere un figlio gay, ritenni quel momento ineluttabile, qualcosa che io avrei volentieri evitato, ma non avrei saputo come. coming outI nodi proverbiali erano venuti al pettine e, siccome non so negare l’evidenza, mi feci tutta la trafila del coming out senza saperne quasi nulla. I tempi non erano quelli foschi degli anni ’50, va da sé, però a Palermo si avvertiva un’enorme pesantezza sul tema, nonostante avessimo figure più che rappresentative della lotta per i diritti delle persone LGBT in Italia. Il punto è che, per temperamento o chissà quali altre tare, non ero combattivo e non mi passava per la mente che dal mio gesto, senz’altro causa di dispiacere per mamma e papà, potesse scaturire dell’altro. Continua a leggere