17 maggio: Giornata Internazionale contro l’Omo-bi-trans-fobia

impa A3 transIl 17 maggio è IDAHOBIT: International Day Against Homophobia, Biphobia e Transfobia.
In occasione della Giornata Mondiale contro l’Omo-bi-transfobia Arcigay ha pubblicato un allarmante report dei casi di discriminazione omobitransfobica degli ultimi 365 giorni in Italia: 104 avvenimenti riportati dai mass media, tra cui due suicidi e due omicidi.
In Commissione Giustizia al Senato giace la legge contro le discriminazioni per orientamento sessuale ed identità di genere, approvata in modo pessimo dalla Camera dei Deputati nel settembre del 2013: la famosa legge Scalfarotto, deturpata vilmente dall’emendamento di governo Verini-Gitti, e poi lasciata cadere nel dimenticatoio.
Due anni dopo si è accelerata la discussione sulla legge sulle unioni civili (approvata anche questa con un pessimo emendamento del governo due mesi fa al Senato e pochi giorni fa alla Camera dei Deputati) senza recuperare la legge contro l’omotransfobia, creando un insolito precedente mondiale: l’Italia è il primo paese a dotarsi di una legge che regolamenta le unioni tra persone dello stesso sesso senza aver prima approvato una legge di tutela per le persone LGBTI.
Continua a leggere

Riscattati: il concorso fotografico di Amnesty International

ConcorsoFoto_MBMR_2015-07

Clicca per ingrandire la locandina

Arcigay Palermo è orgogliosa di supportare e promuovere il concorso fotografico “Riscattati”. La partecipazione è aperta a professionisti ed amatori; il tema è legato al riscatto inerenti le persone LGBTI.

Scadenza: 05 settembre 2015.
Giudici del concorso: Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia, MIrko Pace, presidente di Arcigay Palermo, Rino LIguoro, fotografo.

Per informazioni ed iscrizioni: amnestysicilia.it

17 maggio: Scuola, famiglie e omofobia al teatro Biondo

Da alcuni mesi è in corso nel nostro Paese un durissimo scontro nel mondo della scuola: da un lato insegnanti, associazioni, educatori che cercano di prevenire e ridurre il fenomeno del bullismo omofobico, dall’altra associazioni e organi di stampa religiosi che si oppongono a qualsiasi iniziativa con argomenti ideologici e privi di fondamento scientifico.

Il Governo sta insabbiando una proposta di formazione per i docenti sulle tematiche di genere realizzata dall’Istituto Beck per conto dell’Unar, rischiando di perdere ancora una volta un’importante battaglia di civiltà e l’opportunità per il nostro Paese di applicare il dettato costituzionale riguardante la salvaguardia dei diritti di tutte le persone, in particolare delle minoranze.

Continua a leggere

Omofobia: in Italia la situazione peggiora

Secondo il  rapporto sulla popolazione omosessuale nella società italiana, reso noto il 17 maggio scorso (Giornata Internazionale contro Omofobia e Transfobia) dall´Istat, la realtà italiana, ed in particolare la cultura politica dominante fa una grande fatica sia a riconoscere i diritti delle persone LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Trans), che riconoscere l´esistenza di discriminazioni nei loro confronti. Continua a leggere

17 maggio: una giornata contro l’omofobia

Dal 2007  l’Unione Europea ricorda il giorno in cui l’omosessualità è stata rimossa dalla lista delle malattie mentali nella classificazione internazionale delle malattie pubblicata dall’Organizzazione mondiale della sanità, celebrando in quella data la  Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia (o IDAHO).

In occasione della Giornata Internazionale, il Palermo pride vi invita a un doppio appuntamento, una giornata di studio, di approfondimento, di riflessione su omosessualità e omofobia, che si svolgerà al teatro Gregotti (Università degli Studi, viale delle Scienze, nei pressi degli edifici 14 e 16)

1) ore 16.00: Associazione Studentesca Psicologia Scienza e Cultura organizza l’incontro “In difesa di un pensiero libero: identità e sessualità tra norma e stigma“ –  I Giornata. “L’omosessuale e sé stesso”

  •  La costruzione culturale dell’identità di genere (Prof.ssa D’Agostino)
  • “L’amore che non osa dire il suo nome…”  (Dott.ssa Tomasino)
  • Sessualità impreviste? (Prof. Rinaldi)
  • L’omosessualità e la Psicologia clinica (Prof. Lo Coco)
  • Video Agedo “Due volte genitori”
  • Omosessualità e counseling  (Dott. Cappotto)
  • “I nostri figli parte del mondo, non un mondo a parte” (Testimonianza Genitore/Agedo)
  • L’esperienza del Queer Filmfest (Dott. Lo Monaco)

2) ore 20.00 Il Sicilia Queer Filmfest organizza: “il QUEER secondo ME #4 , in ricordo di Alan Turing” 
Ignazio Licata (fisico teorico) ricorda il matematico Alan Turing nel centenario della nascita. Omosessuale, morì suicida a soli 41 anni in seguito a una persecuzione omofobica condotta nei suoi confronti da parte del governo britannico

  • “Turing Machine – Opera” (2008), opera multimediale composta da Eeppi Ursin e Visa Oscar, e rappresentata in lingua inglese all’Opera di Helsinki nel 2008, il cui libretto è ricavato dal testo teatrale  “Turing” (2000) di Miko Jaakkola e Jussi Lehtonen (60 minuti)
  • “Wittgenstein” (1993) di Derek Jarman (75 minuti)

La giornata rientra negli eventi “verso il Palermo pride 2012

Contro l’omofobia

In occasione della Giornata Mondiale Contro l’Omofobia, che si celebra ogni anno il 17 maggio, Arcigay Palermo propone un’azione di protesta non convenzionale, a basso budget, ottenuta attraverso l’utilizzo creativo di mezzi di comunicazione che fanno leva sull’immaginario e sui meccanismi psicologici degli utenti finali.

Domenica 16 maggio i  soci del comitato realizzeranno delle iniziative di “guerrilla marketing” nelle strade della città.
In particolare:
– “Crime” propone di ricreare delle mini scene del crimine dove una sagoma in gesso con un testo che evidenzia che la causa del delitto è di matrice omofobica in vie pedonali della città.
-“The Wall” rivendica un muro in cui affiggere una lista dei morti per omofobia negli ultimi anni.

Alle 18.00 ci troveremo come sempre al Blow Up per il consueto aperitivo.

Vuoi partecipare alle azioni:
contattaci a:
– palermo@arcigay.it
– 3283282972

In tutto il mondo, ancora nel 2010, milioni di lesbiche, gay e trans vengono uccisi, picchiati, incarcerati, perseguitati, umiliati, emarginati a causa del loro orientamento sessuale o dell’identità di genere.