8 marzo: saremo la marea che vi travolgerà

otto marzoConcentramento ore 17:30 – Piazza Verdi (teatro Massimo)
Arcigay Palermo aderisce allo sciopero globale ed alla manifestazione dell’8 marzo a Palermo.

Come donne (cis o trans) bisessuali o lesbiche, come molteplici soggettività  gay, lesbo, trans, queer, non binarie, come persone a rischio di discriminazione e sfruttamento per orientamento sessuale e pregiudizi e stereotipi di genere, come attivist* per i diritti LGBTQI: scioperiamo e manifestiamo contro i ruoli di genere imposti dalla società sin dalla nascita, contro le discriminazioni, contro la precarietà, contro le violenze e le molestie. Manifestiamo e scioperiamo per l’autodeterminazione e per la libertà di essere noi stess*, di decidere in autonomia le nostre vite, di andare dove vogliamo senza paura, di attraversare i confini.

Ecco il documento approvato dall’Assemblea delle donne contro la violenza maschile. “Una marea di donne inonderà le strade di Palermo, donne che hanno deciso di autodeterminarsi, donne che hanno deciso di alzare la testa contro la violenza di genere, qualsiasi sia la forma in cui essa viene perpetrata.

La violenza sulle donne non è il raptus di follia di un marito in preda alla collera, non è il tacito desiderio di un immigrato nascosto nella notte, non è la legittima conseguenza di una gonna troppo corta.
La violenza contro le donne, nelle sue differenti declinazioni storiche, è un elemento costitutivo e strutturante dei rapporti sociali e del contesto socio-culturale in cui viviamo.
Oggi la violenza di genere, non solo sulle donne ma su tutte le categorie considerate subalterne, come tutte le molteplici minoranze e la comunità Lgtb si manifesta molto spesso come violenza economica e nel ricatto sul lavoro di cui le molestie sono l’espressione più odiosa. 
Le strade della nostra città ci sembrano il luogo giusto in cui tessere reti contro lo sfruttamento e la discriminazione, riappropriandoci e difendendo spazi di autonomia e libertà.”

Qui l’evento su facebook