Amministrative 2017: Giulia Noera

[Candidata come consigliera comunale, Lista Movimento 139]

Ciao ragazzi, poche parole per raccontarvi il mio desiderio non di ‘candidarmi’, ma di mettermi a disposizione delle persone all’interno delle istituzioni. Si, perché ognuno di noi può darsi da fare e ‘fare politica’ nel quotidiano, ma per cercare di essere incisivi davvero e provare a scardinare un sistema che sembra essersi totalmente allontanato dalla gente, bisogna rimboccarsi le maniche e starci …dentro, con coraggio e determinazione. Due parole che ‘raccontano’ moltissimo di me. Ed ecco la mia decisione di provare a mettermi in gioco. E’ stata una decisione ponderata e non senza ‘dibattito interiore’ perché, conoscendomi, so che per me potrebbe diventare una questione morale imprescindibile dalla mia vita.

Ma questo, credo sia il momento giusto: da tre anni faccio parte di Fiori di Acciaio, un gruppo di volontari che si occupa (principalmente) di violenza sulle donne e di ‘diritti’, quelli di tutti. Ho conosciuto il mondo dell’associazionismo e la mia campagna elettorale, parte proprio da li, dai bisogni delle persone che si uniscono, per aiutare gli altri. Ho quindi scelto di correre in coppia con Giovanni Geloso, consigliere uscente, che da anni è il leader dell’associazione Crescere Insieme, che opera da anni in un capannone all’interno dell’ex manicomio di via La Loggia.

In realtà, un lavoro ce l’ho: faccio la giornalista dal 1991 e, per il mio lavoro, ho avuto a che fare con tante campagne elettorali, ma penso che questa possa essere molto interessante quest’anno, perché i temi sono molteplici, primo fra tutti, quello di dare continuità al percorso di cambiamento culturale messo in atto negli ultimi cinque anni da Leoluca Orlando che, a mio avviso, merita di essere portato avanti anche nel prossimo quinquennio.

La mia passione, oltre quella (quasi patologica!) di mettermi al servizio di chiunque e cercare di fare del mio meglio, è lo sport e da cinque anni sono il responsabile della comunicazione della Consulta Femminile dello Sport del CONI, un gruppo di donne (anche qui volontarie!) impegnate sul territorio e nelle scuole per portare avanti la parità di genere attraverso la pratica dello sport e la condivisione dei suoi valori di rispetto per tutti: un progetto che da anni ci fa girare gli istituti della città, cercando di promuovere la parità fra i sessi ed il riscatto delle donne in ambito sportivo. Per quello che riguarda la mia vita privata cerco di essere molto riservata per una questione di pudore dei miei sentimenti, ma tutti conoscono il mio percorso personale totalmente a favore dell’Amore, in ogni sua forma e per fortuna la strada intrapresa con le Unioni Civili è una felice testimonianza del fatto che il mondo stia andando, a mio avviso, nella giusta direzione.

Annunci