2 marzo:”Il caso grotte dell’Addaura”

Giovedì 2 marzo, alle 15.30, Marco Ghezzi interverrà a nome di Arcigay a palazzo Sant’Elia all’incontro coordinato da Piero Busetta “Beni culturali come volano per lo sviluppo economico. Il caso grotte dell’Addaura“.
Non molti sanno che le grotte dell’Addaura conservano quella che probabilmente è una delle prime raffigurazioni in assoluto del sesso tra uomini, risalente a circa 10.000 anni fa.

Alla tavola rotonda, organizzata dal Comitato Salviamo l’Addaura e dalla Fondazione Curella in collaborazione con la “Settimana delle Culture”, parteciperanno diversi studiosi e tecnici, che parleranno dei temi connessi alla messa in sicurezza dell’area di Monte Pellegrino e delle possibilità relative alla fruizione delle celebri grotte dell’Addaura, nelle quali sono presenti i graffiti, chiuse dal 1997.

“Saremo presenti con enorme entusiasmo perché crediamo addaura2nella valorizzazione dei nostri beni culturali e naturali per un rilancio dell’economia, ragione che ci ha spinti ad intraprendere questa nuova sfida in ambito turistico e che si è tradotto nel progetto Palermo Non Conventional Tour.”- dichiara Marco Ghezzi – “E ancora, entusiasti perché al centro delle incisioni rupestre, risalenti al Mesolitico, ancora oggi molto discusse, vi è quella che potrebbe essere una tra le prima rappresentazione di una scena omosessuale che arriva a noi. La sua importanza va quindi oltre le potenzialità economiche, ma aggiungerebbe un altro tassello importante per la Storia della nostra comunità.”

 

 

Annunci