23 ottobre: seminario sul diversity management

Le politiche di Diversity Management nelle amministrazioni pubbliche locali:
valorizzare le persone e gestire la diversità per generare benefici.
Palermo, 23 ottobre 2015 – 9.30
Villa Niscemi, Sala delle Carrozze

In Europa alcune città hanno già messo la diversità al centro delle loro politiche attraverso la definizione di piani d’azione, strutture e iniziative finalizzate, da una parte, a garantire il rispetto della dignità di ciascuno; dall’altra, a liberare il potenziale espressivo e lavorativo di ogni risorsa senza distinzione di sesso, età, razza, etnia, nazionalità o religione. Questo approccio alla gestione del personale parte dal presupposto che valorizzare la persona e le sue specificità generi benefici non solo per il lavoratore ma anche per la struttura organizzativa in cui opera. I Comuni non fanno eccezione: gestendo in maniera ottimale la diversità, l’ente può massimizzare il contributo fornito da tutte le sue componenti, valorizzando e integrando i talenti per trasformarli in risultato sociale, amministrativo ed economico. 
Attraverso il contributo dei rappresentanti di importanti associazioni di tutela come Arcigay, MIT, FISH e AGEDO, il seminario mira a presentare le principali esperienze italiane ed europee nel campo della gestione della diversità, a fare il punto sulle prospettive e sulle criticità relative all’implementazione delle Carte europee per la Diversità e ad illustrare le potenzialità della figura del Diversity Manager per il coordinamento degli interventi, la gestione e la promozione della diversità nell’ambito della struttura comunale.

L’obiettivo finale del seminario è quello di favorire un cambiamento culturale e organizzativo che mira a creare un ambiente “inclusivo” nell’ambito dell’Amministrazione pubblica locale in cui le differenze dei gruppi, di individui e di esigenze diverse non siano fonte di discriminazione ma oggetto di reale attenzione, ascolto e crescita per tutti.

L’incontro, rivolto in particolar modo al personale del Comune e delle sue strutture partecipate, è organizzato da Cittalia – Fondazione di Ricerche dell’ANCI, in collaborazione con il Comune di Palermo e con UNAR Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, nell’ambito del progetto Diversity on the Move – Dy Move co-finanziato dal Programmma Progress dell’Unione Europea.

PROGRAMMA
Le politiche di Diversity Management nelle amministrazioni pubbliche locali: valorizzare le persone e gestire la diversità per generare benefici.
9.30 Saluti
Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo
Mario Emanuele Alvano, Segretario Generale ANCI Sicilia * in attesa di conferma
10.00 Dy Move e la ricerca “Diversity Management per una crescita inclusiva. Strategie e strumenti”. La
gestione della diversità in Italia e in UE: criticità, pratiche rilevanti e success stories.
Gabriele Guazzo, Project Manager e Ricercatore Cittalia
Alessandra Caldarozzi, Ricercatrice Cittalia
10.30 La gestione della diversità nel Comune di Palermo. Stato dell’arte, idee e proposte.
Giusto Catania, Assessore alla Partecipazione, Comunicazione, Decentramento, Servizi Demografici e Migrazione del Comune di Palermo
Agnese Ciulla, Assessore alla Cittadinanza Sociale e alle Pari Opportunità
Cettina Di Benedetto, Referente del Family audit, benessere aziendale e della rete REady per la città di Palermo

11.00 Coffee break
11.15 Tavola rotonda. Valorizzare la diversità nel contesto italiano: criticità e prospettive. Il punto di vista delle associazioni di tutela delle vulnerabilità.
Modera: Marco Buemi, UNAR Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali
Intervengono:
Michele Giarratano, Arcigay Assocazione LGBT italiana
Cathy La Torre, MIT Movimento per l’Identità Transessuale
Matteo Schianchi, FISH Federazione Italiana Superamento Handicap
Federica Paragona, AGEDO Associazione Genitori di Omosessuali
12.45 Dibattito e conclusioni

Annunci