Bufala gender: facciamo chiarezza

Di fronte alla diffusione capillare della bufala del “gender”, l’inesistente ideologia che vi costringerà a cambiare sesso e che introduce i corsi di masturbazione all’asilo, diventa responsabilità comune e irrinunciabile informare, smontare la bufala contribuendo a diffondere la verità.
Come ha scritto Silvia Chimienti, “Questa vergognosa mistificazione nasce dalla strumentalizzazione di un documento dell’Organizzazione Mondiale della Sanità risalente al 2010 che analizza gli standard dell’educazione sessuale in tutta Europa, descrivendo scientificamente ciò che avviene nelle varie fasce d’età della vita dei bambini e dei ragazzi in relazione alla sessualità. Questo documento però è un testo scientifico per addetti ai lavori, non un testo normativo e, soprattutto, non ha nulla a che vedere con le proposte di legge esistenti sul tema dell’educazione affettiva.
Non esiste alcuna proposta in Parlamento con i contenuti del documento dell’Oms, anche perché l’ideologia gender, molto semplicemente, non esiste e dunque non può essere definita. O meglio, si tratta di un mero termine retorico, creato ad arte per diffondere un clima di terrore, paventando un indottrinamento dei bambini e dei ragazzi sulla presunta negazione dell’esistenza di differenze tra uomo o donna.”

E’ importante anche considerare che chi contribuisce a diffondere questa bufala complottista, per sua stessa ammissione, guadagna e s mantiene proprio grazie a questa campagna. (cfr. dal minuto 3.30)

Qui trovate una nostra prima raccolta di link e di materiali di approfondimento, Qui un approfondimento sulla bufala del Patto di Corresponsabilità.

Di seguito elenchiamo altri link che possono essere utili a fare un po’ di chiarezza, ad illuminare il buio delle coscienze e della ragione.

Annunci