Rassegna stampa web del 28 Dicembre 2014

Ha suscitato non poco clamore, nelle ultime settimane, la vicenda di Shiloh/John Pitt, figlio della coppia stellare hollywoodiana Angelina Jolie e Brad Pitt, paparazzato sul red carpet del film “Unbroken”, vestito “da maschio” e che, come ha affermato la madre alla stampa incuriosita, “vuole essere chiamato John”. I genitori, a più riprese, hanno serenamente rivelato di voler rispettare il diritto del loro bambino a definire da sé la sua propria identità di genere. Non è, ad ogni modo, così comune leggere, sulle riviste di mezzo mondo, di un bambino trangender, ma certamente la vicenda personale di questo bambino, non sempre trattata dalla stampa (soprattutto certa stampa italiana!) con il dovuto rispetto, può contribuire – e già lo sta facendo – ad illuminare l’opinione pubblica sulle realtà del transgenderismo e del transessualismo.

Abbiamo selezionato, tra la fiumana d’inchiostro di queste settimane, tre prospettive che ci sono parse particolarmente interessanti: 

Il settimanale Pagina99, compie un viaggio nelle saune gay italiane, luoghi simbolo, soprattutto negli anni Ottanta, della comunità gay adesso in fase di trasformazione, restando tuttavia, per molti omosessuali “velati”, uno dei pochi ambiti in cui esprimere liberamente e senza finzioni la propria identità.

Cristiano Lanzano, scienziato sociale, studioso di antropologia, che si professa credente, ha indirizzato una lettera alla redazione di Famiglia Cristiana dopo la pubblicazione, sul settimanale della Conferenza Episcopale Italiana, del “decalogo di autodifesa dalla teoria del gender per genitori e figli”, uno strumento che, agitando lo spettro di una non meglio identificata (giacché inesistente) “ideologia del gender”, ha come obiettivo principale e malcelato quello di impedire che nella scuola italiana si possa contrastare l’omofobia e si possa insegnare il rispetto per le varie identità di genere e orientamenti sessuali.

fonte: theguardian.co.uk

fonte: theguardian.co.uk

NOTIZIE e VOCI dal MONDO

ASIA. 

FRANCIA.

GRAN BRETAGNA.

BILANCI DI FINE ANNO

AL CINEMA…