“Come out!”: 10 impegni per i diritti LGBTI in Europa

A far l'Europa comincia TuLa sezione europea dell’ILGA (International Lesbian and Gay Association), in vista delle Elezioni Europee del prossimo 25 Maggio, ha lanciato la piattaforma “Come out”, sottoponendo, a tutti i candidati al Parlamento europeo, un appello in dieci punti per la promozione di politiche contro la discriminazione e più in generale per la tutela ed il riconoscimento dei diritti delle persone LGBTI (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transessuali, Intersessuali).

Più di settanta candidati italiani al Parlamento europeo hanno già aderito all’appello, impegnandosi in prima persona, in caso di elezione, a sostenere la causa dell’uguaglianza e dei diritti.

La piattaforma programmatica di ILGA Europe rientra tra le iniziative della campagna “A far l’Europa comincia tu”, promossa da Arcigay e Anddos con il supporto della Fondazione Open Society: uno strumento per aiutare gli elettori ad orientarsi al voto europeo. Dal portale web della campagna www.cominciatu.eu verranno segnalati (e consigliati), all’interno di ciascuna lista, i candidati firmatari dell’appello Ilga e, più in generale, quelli più vicini alle istanza del movimento LGBTI.

Anche Arcigay Palermo è impegnata, come tutti i comitati territoriali di Arcigay, nella promozione della campagna e nella diffusione della piattaforma programmatica di ILGA Europe, attraverso una lettera aperta indirizzata a tutti i candidati della circoscrizione Italia insulare (Sicilia e Sardegna).

 

SEI UN* CANDIDAT*? Per aderire alla piattaforma “Come Out” di ILGA (in basso la traduzione italiana), basta inserire i propri dati (ed una foto) al seguente link: http://www.ilga-europe.org/home/how_we_work/european_institutions/ep2014/candidate/sign

 

COME OUT: DIECI TRAGUARDI PER LE PERSONE LGBT

LA PIATTAFORMA DI ILGA PER I CANDIDATI ALLE EUROPEE 2014 *

Io mi impegno come membro del Parlamento europeo a sostenere l’uguaglianza tra tutte le persone in Europa e a difendere i diritti umani, compresi quelli di lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e intersessuali (LGBTI).

Mi impegno a promuovere uguali diritti per le persone LGBTI sostenendo le seguenti azioni:

Adottare una tabella di marcia dell’UE per la parità delle persone LGBTI

Dotare l’UE di un piano d’azione globale per l’uguaglianza e far sì che utilizzi a questo scopo i suoi pieni poteri, in modo efficace e coerente, come fa nel combattere altre forme di discriminazione.

Far rispettare i diritti umani all’interno dell’UE

Garantire l’adozione di una strategia interna per i diritti umani e la creazione di un meccanismo di sorveglianza per consentire all’UE di reagire alle violazioni dei diritti umani all’interno dei propri confini e di responsabilizzare gli Stati membri agli impregni presi su questi temi.

Completare la legge anti-discriminazione dell’UE

Adoperarsi attivamente per l’adozione di una legislazione globale antidiscriminazione e per la piena attuazione delle norme esistenti, anche attraverso programmi di finanziamento dell’UE che consentano azioni efficaci a rendere l’uguaglianza una realtà in Europa.

Combattere la violenza di origine omofobica e transfobica

Lavorare attivamente per l’estensione della legislazione UE volta a combattere tutte le forme di violenza basate sul pregiudizio e mobilitare tutte le agenzie dell’UE per proteggere le vittime di violenza, anche attraverso la formazione di professionisti delle forze dell’ordine.

Promuovere una definizione inclusiva di famiglia nelle politiche dell’UE

Garantire che la legislazione e le politiche dell’UE siano inclusive rispetto alle famiglie LGBTI, nell’ambito delle competenze dell’UE (come la libertà di circolazione e il riconoscimento reciproco) e per promuovere il rispetto e il riconoscimento dei diritti delle famiglie LGBTI.

Assumere un ruolo guida nella tutela dei diritti delle persone trans

Mobilitarsi in prima persona per il superamento dei requisiti per il riconoscimento giuridico di genere delle persone trans, vincoli che violano chiaramente i diritti umani; attivarsi per sostenere l’UE nel proseguire l’impegno per la depatologizzazione delle identità trans.

Agire contro il bullismo nelle scuole

Sollecitare le istituzioni dell’UE e gli Stati membri ad affrontare efficacemente il bullismo scolastico, compreso quello di natura omofobica e transfobica, attraverso politiche e i programmi comunitari esistenti.

Combattere la discriminazione e le disuguaglianze nelle politiche per la salute

Richiamare le istituzioni dell’UE e gli Stati membri ad affrontare efficacemente gli ostacoli al godimento effettivo del diritto alla salute per le persone LGBTI mediante le politiche e i programmi comunitari esistenti.

Garantire una protezione efficace per i richiedenti asilo LGBTI

Assicurarsi che gli Stati membri esaminino correttamente ed equamente le domande di asilo delle persone LGBTI e che le agenzie dell’UE e le autorità nazionali diano piena attuazione alla legislazione UE in materia di asilo.

 

* Testo in lingua inglese al seguente indirizzo: http://www.ilga-europe.org/home/how_we_work/european_institutions/ep2014/candidate/pledge

2 thoughts on ““Come out!”: 10 impegni per i diritti LGBTI in Europa

  1. Pingback: Arcigay alla Festa/Fiera del Consumo critico Addiopizzo | Arcigay Palermo

I commenti sono chiusi.