Oggi su Rai2

Oggi, domenica 7 aprile Quelli che… e Victoria Cabello saranno in collegamento con Palermo e la tifoseria del Palermo Pride per seguire Sampdoria – Palermo.
Sarà un’occasione per invitare l’Italia intera al primo Pride nazionale a Palermo, in questa città che ha un ruolo cardinale nella storia del movimento glbt italiano.

In collegamento la tifoseria mostrerà uno striscione molto particolare.
Cu avi lingua passa u mari (2012) di Domenico Mangano è stata l’opera che ha dato il nome al progetto espositivo curato da Galleria Francesco Pantaleone Arte Contemporanea per il Palermo pride 2012.
È la reinterpretazione di un tipico striscione da tifoseria calcistica, finemente ricamato con i colori dell’Unione Sportiva Città di Palermo insieme a quelli del movimento lgbt internazionale, con un proverbio siciliano che rimanda alle scommesse e alle prospettive del viaggio.
Un’opera fortemente relazionale che alla tradizionale cultura calcistica legata al maschilismo e all’esclusione oppone il legame affettivo e la partecipazione identitaria di una tifoseria omosessuale. Una dichiarazione di identità, al plurale.

Dal testo di Francesco Pantaleone e Agata Polizzi per la mostra:
«Dichiarare la propria identità penso sia una forma di estrema onestà che mette al riparo dalla solitudine e dalla menzogna, e soprattutto nella società contemporanea così schiva, poco incline ai sentimenti veri, a volte persino torbida, l’onestà è un bisogno vitale.»

Per info: http://palermopride.it/2013/1300#more-1300

Image