Giarre e Palermo: il movimento LGBT siciliano e la memoria

Trent’anni fa, il 31 ottobre 1980, a Giarre, un comune della provincia di Catania, in un agrumeto, vennero scoperti i corpi di due ragazzi che si tenevan0 per mano: Giorgio Agatino Giammona e Antonio Galatola, scomparsi il 17 ottobre.

In paese li chiamavano “i ziti”, i fidanzati. Dalle indagini dei carabinieri emerge una storia brutale e sconvolgente: il nipote tredicenne di Antonio si accusa dell’omicidio, affermando di essere stato costretto a farlo dai due ragazzi. Giorgio e Antonio avrebbero preferito morire insieme anziché sopportare una vita da omosessuali nella provincia siciliana.

Il caso suscita sdegno a livello nazionale. Il  Fuori!, Fronte unitario omosessuale rivoluzionario italiano, organizzò un incontro-dibattito intitolato Omosessuali: orgoglio e pregiudizio nel palazzo comunale di Giarre. Tra i presenti, Enzo Francone, Bruno di Donato, Piero Montana,  Francesco Rutelli.

Poche settimane dopo, nel mese di dicembre a Palermo, in reazione a questi avvenimenti, con il contributo determinante di don Marco Bisceglie, nasce a Palermo il primo circolo Arcigay d’Italia.

Il 22 maggio Massimo Milani, Gino Campanella ed altre 6 persone costituiscono legalmente l’ARCI-GAY (Associazione per la liberazione omosessuale). Il primo presidente è Salvatore Trentacosti.

L’associazione si propone di “essere protagonista di lotta e di iniziativa per la crescita civile e democratica del Paese e per l’affermazione della libertà, dell’uguaglianza, dei diritti civili, della presa di coscienza nei rapporti umani”.

Il Sicilia Pride 2010 intende con forza rivendicare e riscoprire la storia del movimento per i diritti delle persone LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transessuali) nell’Isola. E’ per questo che il pride regionale si svolgerà secondo un filo tra Giarre e Palermo, tra la città di Giorgio e Antonio e quella del primo circolo Arcigay: due eventi che trent’anni fa hanno condizionato e forgiato la storia del movimento.

Il comitato organizzatore vi invita pertanto con orgoglio a:

Palermo, 15 giugno:
ore 22:00: Spettacolo teatrale “O Si E’ Felici O Si E’ Complici” regia di Massimo Verdastro da un testo di Nino Gennaro, con la Compagnia Verdastro/Della Monica e Massimo Milani. Teatro Nuovo Montevergini, via Montevergini 8.

Lo spettacolo è donato per adesione e in maniera assolutamente gratuita dal regista e dalla compagnia di attori al Sicilia Pride 2010 di Palermo, per ricordare il suicidio/omicidio di Giorgio e Toni avvenuto a Giarre nel 1980 e in occasione dei 30 anni dalla nascita a Palermo del primo circolo Arcigay della storia. Il comitato organizzatore del Pride chiede solamente un contributo di 5€ per coprire le spese di viaggio e pernottamento della compagnia teatrale.

Giarre, 16 giugno, “La nostra storia trent’anni dopo” 1980-2010 (organizzato dal Coordinamento regionale Arcigay Sicilia)

–  Ore 19,00  Ricordo di Giorgio e Toni – SALA ROMEO Palazzo della Cultura

Parteciperanno: Agata Ruscica, presidente Arcigay Sicilia, Paolo Patanè, presidente nazionale Arcigay, Teresa Sodano, sindaco di Giarre, Saro Pettinato, senatore

–  Ore 21,00 Fiaccolata  da via Giuseppe Macherione a Piazza Duomo e al  Monumento dei Caduti

Palermo, 17 giugno 2010,

– Ore 12.00: Deposizione a Villa Giulia di una targa celebrativa del primo Pride (inteso non come corteo ma come festa) svoltosi a Palermo nel 1981; tale targa sarà dedicata alla memoria di Giorgio e Toni, i due giovani morti a Giarre.

– Ore 17.00: Incontro pubblico su “La storia del movimento LGBT da Palermo 1980”, condotto da Vanni Piccolo e con la partecipazione di Paolo Patanè, Franco Grillini, Graziella Bertozzo, Piero Montana,Porpora Marcasciano, Titti De Simone, Gino Campanella e Massimo Milani. Sala delle Lapidi a Palazzo delle Aquile, piazza Pretoria.

—–

Fonti:

  • RICCHIONI DA SPARARE, di Stefano Bolognini, 20 Maggio 2005 Gay.it
  • Atto costitutivo registrato il 01/06/1981
Annunci